Pavone : investire nella scuola aumentando docenti e Ata

 di Bartolo Pavone ( Confintesa Scuola Sicilia)

“Investire subito con un numero maggiore di lavoratori nelle scuole  docenti e ATA utilizzando posti in deroga “. Se vogliamo salvaguardare la salute pubblica e curare con maggiore attenzione la crescita educativa di ogni alunno, recuperare le mancanze sociali e le lacune didattiche che si sono evidenziate durante il periodo di sospensione delle lezioni in presenza, oltre a ridurre l’insuccesso e l’abbandono e incrementare l’autostima, l’autonomia e la creatività, occorre da subito investire e potenziare il personale docente e Ata.

Tali provvedimenti serviranno per evitare difficolta’ di gestione a Settembre 2020. Dai messaggi che pervengono dalla maggioranza
di Governo e dall’opposizione, apprendiamo come sia in discussione un
tipo di didattica nuova, con proposte che vanno dalla lezione mista in
presenza, alternata alla lezione a distanza, alle turnazioni degli
studenti per garantire piccoli gruppi ed evitare assembramenti dovuti agli
attuali numeri di alunni nelle classi in essere 30/32 studenti per aula .

Nei nostri istituti eoliani, soprattutto a Lipari abbiamo bisogno di
ridurre gli studenti per aula, garantire le turnazioni delle lezioni e
assicurare la sanificazione periodica degli ambienti, con la necessità di
un tempo scolastico più lungo e disteso. Investire nella scuola significa
investire nel futuro post coronavirus.

Cordialmente.