Pasqua: timida riapertura della stagione turistica, come da programma

centro di LipariLipari- Pasqua secondo le previsioni con forte vento di ponente e pasquetta con il maestrale. Non è proprio primaverile il clima ma neanche più invernale; non dovrebbe piovere e turisti e semiresidenti, giunti in settimana nell’arcipelago potranno trascorrere anche questi due giorni di festa ammirando o riscoprendo le bellezze delle isole. Pasqua, tuttavia, come da tradizione, non è periodo di grande afflusso ma non lo è anche, come dimostrano i dati diffusi da Federalberghi, per le mete più facilmente raggiungibili. Del resto non tutte le attività ricettive hanno riaperto i battenti. Chiaro segno che la domanda è freddina rispetto all’offerta nonostante i prezzi siano a terra , già comprensivi delle percentuali da riconoscere ai portali che detengono il mercato delle prenotazioni. Questo a Lipari. Ma non c’è un’isola che, in questo senso , si distingue dall’altra.

Stromboli compresa, anche se il suo vulcano , come attrattiva fa la differenza. E’ una Santa Pasqua che chiederà a chi ha scelto la rollo ali - Copia - Copialontana e piccola Alicudi di avere una santa pazienza. Per sbarcare nell’isola, e per lasciarla, bisogna, infatti, salire a bordo della barca del rollo degli ormeggiatori come fino a quarant’anni fa. Gli aliscafi di Siremar CdI non possono svolgere le operazioni di attracco alla banchina per problemi di insabbiamento e per la presenza di un grosso masso ( già affidati i lavori di rimozione) nei fondali dello scalo. Ma il fascino dell’isola , se vogliamo, è anche questo.

gozzo ex essoTornando a Lipari, c’è nuovamente una rotonda col gozzo o del gozzo. Dipende dai punti di vista. Il riferimento è all’aiuola, sparti traffico una volta usciti dal porto di Sottomonastero dove è stata nuovamente riposizionata una caratteristica imbarcazione di pescatori, col nome del santo patrono, per proteggere anche i visitatori che hanno scelto il “capoluogo”. Nell’isola principale, da poco è stato bitumato il lungomare della frazione balneare di Canneto : qualcuno lo ha già preso per un rettilineo da Grand Prix; in realtà la strada è stata rimessa a posto per la sicurezza di automobilisti e motociclisti ( vallo a spiegare a chi deve dare gas ai propri mezzi per andare chissà dove) oltre che per un certo decoro.

Meno male che almeno in centro non ci sono problemi di questo tipo. Il corso Vittorio Emanuele, su disposizione dell’assessore Giovanni Sardella, è chiuso da due settimane a beneficio dei turisti ma va sottolineato che gli stessi, e soprattutto i residenti, non sanno più dove trovare un posto auto nelle vie a ridosso. Anche perché il parcheggio multipiano è chiuso. Tra dossi che mancano e paradossi, i punti fermi della Pasqua, cioè i riti della settimana santa vissuti con la consueta grande partecipazione popolare. E sarà lo stesso anche questa mattina, a Marina Corta, per il tradizionale incontro tra le colombe , tra la Madonna e il Cristo risorto. Infine, il Museo archeologico Bernabò Brea, un altro punto fermo. incontro tra cristo risorto e madonna

Alla Regione hanno fatto dietrofront e hanno cancellato la scellerata disposizione, del mese scorso, relativamente alla chiusura nei giorni festivi. Val sicuramente la pena farci un salto per comprendere cosa erano e cosa sono le Eolie, lontani dalle distrazioni delle movida estiva.