Non omologato il record di Carrera, domani di nuovo in acqua

Santa Marina Salina- Riemerso, avrebbe toccato la testa del giudice in acqua  non entro i 10 secondi previsti dal regolamento ma  con 8 secondi di ritardo, quindi dopo 18 secondi. Questa la contestazione mossa a Davide Carrera dai giudici  che non hanno, dunque, omologato il record di 97 metri di profondità in apnea conquistato questa mattina. L’atleta riproverà quasi sicuramente domattina.