Mobilia ( Ugl Medici): a Lipari serve reparto ostetricia

Riceviamo dal dott. Francesco Giuseppe Mobilia e pubblichiamo

mobiliaQuale eoliano doc,  e segretario provinciale Ugl Sanità Medici, desidero evidenziare che il punto nascite tanto discusso non è assolutamente indispensabile. Quello che serve per Lipari è quello che da sempre, fin dal 1980, è esistito per volontà degli amministratori locali e cioè il reparto di ostetricia. Le leggi prevedevano per il P.O. almeno la presenza di unità operative quali ostetricia e ginecologia /medicina /pediatria/chirurgia; oggi Ugl Sanità ritiene che si possa fare a meno della presenza a Lipari in Ospedale del reparto di medicina e pediatria salvando ostetricia e nido affinchè non si interrompa la possibilità di nascere anche a Lipari dove in atto manca solo la presenza del primario o almeno di tre dirigenti medici che abbiano la capacità professionale di saper eseguire oltre i raschiamenti diagnostici ed i tagli cesarei anche interventi di isterectomia post parto in modo da garantire la gestante e la puerpera.

Senza punto nascite si può assistere i parti ma certamente non senza reparto ostetrico. Cosa cambia per il reparto se nascono in un anno 501 neonati o 499 ? Tanti ospedali hanno ostetricia con meno di 500 nascite per anno eppure anche li si nasce. La buona sanità è sicuramente dovuta alla capacità dei dirigenti medici e non alla applicazione di una legge in questo caso solo punitiva e non garantista, specie per gli abitanti dell’ arcipelago eoliano.