Massoneria e antifascismo: targa in memoria di Torrigiani all’hotel Meligunis

go lipari

Comunicato stampa

Secondo appuntamento organizzato dal Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani nell’isola di Lipari per onorare la figura del Gran Maestro Domizio Torrigiani, confinato nell’isola eoliana dal 30 aprile 1927 al 28 ottobre 1928, nei giorni del 23, 24 e 25 aprile 2016, con la collaborazione del CentroStudi Eoliano.

La scelta della nostra isola come sede del Convegno è dettata da due ragioni: essere stata Lipari sia luogo di confino per gli antifascisti sia sede di una loggia massonica (L’Eolia) documentata, attraverso gli studi di Giuseppe La Greca, sin dal 1799 [anno nel quale i massoni locali, gran maestro Tommaso Carnevale, favorirono la fuga di Fabrizio Dentice, duca d’Accadia (1764 – 1826) che fu arrestato per aver partecipato ai moti giacobini di Napoli del 1794].

Il titolo scelto per l’edizione del 2016 è stato “Conversando su Libertà e valori” “La libertà al Confino. Giornate di Studio in memoria di Domizio Torrigiani”.

Numerosa la partecipazione della massoneria siciliana (tra queste la Loggia di Termini Imerese che ha promosso le iniziative) e dei vertici nazionali rappresentati dal Maestro Venerabile Stefano Bisi e dagli aggiunti Santi Fedele di Messina e Sergio Rosso di Torino. Ha concluso il convegno Stefano Bisi, ribadendo la volontà del G.O.I. di proseguire nell’esperienza di ricordare e testimoniare l’antifascismo della massoneria e la fedeltà alla costituzione italiana nel nome di Domizio Torrigiani il Gran Maestro martire.

L’iniziativa ha trovato il suo epilogo presso l’Hotel Meligunis dimora di Torrigiani nel periodo del confino, con l’apposizione di una targa commemorativa.

Nel corso del Convegno, infine, è stato presentato il nuovo volume edito dal Centro Studi eoliano dal titolo “Voci dal confino – antifascisti a Lipari – 1927 il primo anno” dello storico Giuseppe La Greca, all’interno del quale è stato ricostruito il periodo di confino di Domizio Torrigiani nell’isola eoliana.

Lipari, 26 aprile 2016.

Uffici Stampa Centro Studi