Lipari, violenza contro donne : “Pink Belt 2019” ottima iniziativa

pink belt

Grande afflusso alla manifestazione “Pink Belt 2019” che ha contato un centinaio di partecipanti; l’evento conclusivo della settimana Internazionale Contro la Violenza sulle Donne – che ricorre il 25 Novembre di ogni anno – é stato ideato dal Maestro Bartolo PROFILIO e patrocinato e sponsorizzato dagli Assessori allo Sport ed alle Politiche Sociali del Comune di Lipari, Davide MERENDA e Tiziana DE LUCA, il Rotary Club locale e l’ente di promozione sportiva C.S.A.In..

L’Accademia Karate Lipari ha, negli scorsi giorni, sposato l’iniziativa della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali (FIJLKAM) – denominato #contattogentile che prevedeva l’esecuzione di gesti di “galanteria” da parte dei maschietti nei confronti delle compagne femminucce, durante le sessioni di allenamento in palestra.

La serata si apre con un intervento del presidente del Rotary Club – Arcipelago Eoliano distretto 2110 – Dott. Francesco BRUNO, che ha introdotto gli ospiti e portato i saluti dell’amministrazione comunale che non hanno potuto presenziare per impegni sopraggiunti.

Il Rotary Club distretto 2110 ha sposato e sponsorizzato l’iniziativa, visto l’alto spessore morale della manifestazione – contribuendo altresì con il supporto di tanti soci che hanno partecipato attivamente alla serata.

Ha presenziato all’evento una delegazione dei Carabinieri della locale stazione di Lipari.

Magistrali gli interventi delle professioniste chiamate in causa.

L’avvocato Antonella LONGO ha illustrato come l’attuale legislazione italiana sia molto orientata alla protezione della donna, a differenza del passato. Ha concluso illustrando alcune falle nel sistema gerarchico che sta alla base della nostra attuale società.

La Dottoressa Moira CASELLA, nel suo intervento ha specificato come la carenza di autostima e sicurezza in se azionino il meccanismo. Inizialmente le violenze sono di tipo verbale ma evolvono rapidamente in violenza fisica – arrivando in casi estremi all’omicidio Chiude ribadendo che la base della problematica sta nel “modello patriarcale”.

Chiude la parte oratoria il Maestro Bartolo PROFILIO che ha focalizzato l’attenzione sulla necessità di “disinnescare” le discussioni in famiglia al fine di non arrivare al contatto fisico.
Di primaria importanza il concetto di utilizzo delle tecniche di difesa solo in casi estremi e per mettersi in salvo da minacce gravi.

Successivamente i karateka dell’Accademia Karate Lipari scendono in campo e sostituiscono la loro cintura di grado con una cintura rosa, aiutando le donne che hanno voluto prendere parte alla dimostrazione pratica ad indossarne una identica, regalata in ricordo della manifestazione.

L’uso della cintura rosa è servito ad appianare la differenza di genere o di grado “marziale” tra i partecipanti.

Sono state dimostrate alcune tecniche di autodifesa basate sull’arte marziale di Okinawa, facilmente applicabili e tutti i partecipanti le hanno messe in pratica assieme agli atleti dell’Accademia Karate Lipari.

La manifestazione si chiude con la consegna di attestati per tutti i partecipanti e la foto di rito.

Doverosi i ringraziamenti a tutti gli intervenuti, ai praticanti della scuola ed alle famiglie.

Un enorme grazie anche a Miriam ZIINO che ha fotografato i momenti salienti dell’evento, al Comitato C.S.A.In. – il nostro ente di promozione sportiva che ha supportato l’organizzazione dell’evento ed ha fatto realizzare le targhe ricordo e gli attestati di partecipazione – nelle persone del Dott. Raffaele MARCOCCIO – presidente regionale – e del Dott. Salvo SPINELLA – tesoriere nazionale e membro di giunta.

Ultimi, ma non per importanza, i ringraziamenti ai fratelli Mollica che hanno messo a disposizione la loro professionalità e la loro attrezzatura per garantire l’amplificazione ed il comparto microfoni; degno di nota il fatto di aver fornito un microfono ad archetto wireless per il Maestro Profilio che doveva dimostrare le tecniche e quindi avere le mani libere.

Positivi i commenti dei partecipanti che hanno molto gradito l’iniziativa.

Share