Lipari: Pd e Udc alla resa dei conti ma dopo l’Estate

Quel messaggio dell’on. Panarello che rivendica la paternità dell’emendamento approvato per gli ex Pumex all’Ars, e girato da Saverio Merlino ai giornali on line locali non è andato proprio giù al Sindaco e all’Udc – Nuovo Giorno. Se gli ex Pumex torneranno a lavorare al Comune lo devono, infatti, ad un lavoro trasversale con il quale chi doveva sostenere la loro causa lo ha fatto. Punto. Del resto era il minimo.

O si pensa , forse, di andare avanti ogni anno in questa maniera, per il rotto della cuffia, senza una decisa presa di posizione sul futuro delle ex aree di cava e quindi di quello degli ex lavoratori e per certi versi di un’intera isola ? Certo, agli ex Pumex può anche andare bene ma quanto giova a Lipari e alla politica liparese, continuare a percorrere una strada da miopi senza un progetto, per quella zona, di grande respiro ?

PD e UDC, i due partiti di questa maggioranza, non è un mistero, si guardano in cagnesco e alcune componenti, anche nello stesso Udc, sono fortemente critici nei confronti dell’Amministrazione perchè, almeno è questa la motivazone di facciata, anche quest’estate si ritroverà a fare i conti con i problemi della precedente ( Canneto e isola pedonale su tutti).

Dopo il voto per le Europee, poi, la situazione politica è peggiorata; il PD si aspettava alle Eolie altri risultati ma qualcuno ha lavorato anche a favore del Ncd, e vedremo se e con quali sviluppi. L’Estate è in arrivo e non è tempo di scossoni ma dopo le bella stagione qualcosa accadrà. Specie se non ci sarà, con l’ok del governo Renzi, l’auspicato aumento della tassa di sbarco,  che metta d’accordo tutti. (P.P.)