Lipari, la gestione del servizio idrico a una ditta di fuori

Altri contraccolpi per il territorio ma l’Ati aveva rinunciato

di Daniele Corrieri

petColpo di scena? Eh si. Il Comune aveva indetto un appalto per la gestione del servizio idrico con un importo dimezzato rispetto alla gara precedente. Tutti erano convinti, per l’antieconomicità dell’operazione che nessuno partecipasse e che la gara andasse deserta.

E invece? All’ultimo minuto,  ma veramente ultimo minuto utile, una ditta  di Catania, ha presentato la busta e si è aggiudicata il servizio che prevede, tra l’altro, l’obbligo di intervenire, per disfunzioni alla rete, al più presto altrimenti saranno applicate penali. Peggio di così, proprio…eppure è accaduto quello che non t’aspetti.

Da domani non saranno più le ditte storiche eoliane raggruppate nell’Ati a gestire la rete idrica ma qualcuno che si vedrà se avrà avuto fiuto , udito o..fame. Di certo le ditte locali che già avevano rinunciato a partecipare avevano messo in preventivo di licenziare alcuni dipendenti per il settore chiaramente in esubero. I più fortunati, forse, potranno sperare nella nuova ditta. Andiamo male. molto male…