La nuova stazione dei Carabinieri intitolata all’eroe di Nassirya, Majorana

caserma carabinieri lipari

Dal 10 al 14 maggio chiusa al traffico veicolare la via Madre Florenzia Profilio. Si transiterà dalla via Marconi

il carabiniere scelto Horacio Majorana morto a Nassirya
il carabiniere scelto Horacio Majorana morto a Nassirya

Lipari- Sabato 14 maggio sarà inaugurata, molto probabilmente, tra gli altri, alla presenza del ministro Angelino Alfano ( via madre Profilio chiusa al traffico veicolare su ordinanza sindacale dal 10 al 14 maggio) la nuova stazione dei Carabinieri di Lipari. Sarà intitolata ad un eroe di Nassirya, il carabiniere scelto Horacio Majorana,  in servizio per qualche mese anche a Lipari. Majorana aveva compiuto da poco 29 anni. ” Addetto a squadra del Reggimento M.S.U. impegnato in missione a sostegno della martoriata popolazione irachena nell’ambito dell’operazione ” Antica Babilonia” , coraggiosamente consapevole dei gravi rischi ai quali si esponeva , si prodigava per assolvere il proprio delicato incarico con fermezza di intenti, senso del dovere ed altissimo spirito di sacrificio.

Il 12 novembre 2003 , a seguito di improvviso attacco ad una installazione del contingente nazionale , vneiva mortalmente investito da devastante scoppio di un’ ingente quantità di esplosivo , provocato proditoriamente da cellula terroristica suicida , sacrificando così la propria vita ai più sacri valori dell’amor di patria e dell’onore militare . Chiarissimo esempio di eletta abnegazione ed incondizionata dedizione al dovere “. Il programma prevede alle 11,00 gli onori alle massime autorità e a seguire gli interventi , la benedizione e consegna del tricolore nazionale al Comandante della Stazione Carabinieri , l’alzabandiera, lo scoprimento della targa commemorativa , il taglio del nastro e la visita della Caserma che ospita i militari già dallo scorso 15 aprile.

La nuova Caserma,  di proprietà dell’Arcidiocesi di Messina, Lipari e S. Lucia del Mela, ha preso forma al termine di importanti lavori di ristrutturazione, che hanno trasformato lo stabile, che prima era un vecchio albergo, in un nuovo e confortevole Comando Stazione.intitolazione cc

I lavori di trasformazione, eseguiti dalla stessa Curia, hanno permesso, finalmente, di dotare i Carabinieri di una nuova Caserma, moderna e funzionale, nonché di recuperare un edificio in pieno centro, che da qualche anno era inutilizzato. Nonostante la sua funzione operativa, lo stabile ha mantenuto un elegante facciata in stile eoliano, caratterizzata dai tipici colori delle abitazioni dell’arcipelago e ben si armonizza con gli edifici adiacenti.

La caserma, con i suoi ampi e funzionali locali al piano terra, potrà offrire un servizio più efficace ai cittadini isolani e in particolare ai turisti, specie se stranieri, durante il periodo estivo. La stazione, infatti, avrà diversi confortevoli uffici dedicati esclusivamente alla ricezione del pubblico anche straniero e ai controlli di Polizia di Frontiera, mansione demandata sull’isola, in modo esclusivo, ai militari dell’Arma e che permette alle imbarcazioni, provenienti dall’estero, di accedere per la prima volta in Italia. Proprio in tale ottica, e con la finalità di eseguire controlli più approfonditi su tutti i cittadini, soprattutto se stranieri, il Comando stazione sarà dotato di un sofisticato sistema di fotosegnalamento e identificazione, che permette di risalire all’identità dei controllati anche solo dalle impronte digitali. Nella nuova sede troverà posto anche il personale di bordo della Motovedetta 814 Monteleone, la cui imbarcazione è dislocata nel porto di Pignataro, ma che avrà un ufficio dedicato dove sviluppare i controlli fatti in mare e ricevere i naviganti anche solo per un consulto.

La caserma, perfettamente accessibile alle persone diversamente abili e priva di barriere architettoniche, metterà a disposizione dei cittadini e dei turisti, dei locali funzionali e sicuri.

La nuova Stazione può garantire ospitalità per circa 30 Carabinieri. Una ricettività così grande permetterà, specie durante il periodo estivo, di alloggiare un importante numero di rinforzi proveniente dalla terra “ferma” e offrire così maggiore sicurezza, non solo a Lipari ma a tutto l’arcipelago.

massaggio 1Oltre alle camere, l’Arma potrà contare anche su tre alloggi di servizio, adiacenti alla caserma. Si tratta di tre appartamenti, di proprietà del Comune di Lipari, che in precedenza davano ospitalità ad alcuni uffici comunali. L’impegno e la disponibilità del Sindaco e della sua amministrazione, permetterà, quindi, al Comandante della Stazione e ad altri due militari, di alloggiare tutto l’anno con le proprie famiglie a pochi metri dalla caserma.

Share