Ginostra e un approdo da mettere ancora in sicurezza

Ginostra porto

Un’altra lettera alla Protezione civile e al Sindaco di Lipari del prof. Riccardo Lo Schiavo

Ginostra 19/07/2016

dott. Fabrizio CURCIO

Capo Dip. Protezione Civile

sig. Sindaco Comune di Lipari

e p.c. On. Angelino Alfano Ministro dell’Interno

S.E. Prefetto di Messina

Organi di informazione

Oggetto: messa in sicurezza del pontile di Ginostra – isola di Stromboli

Facendo seguito a ripetute istanze afferenti l’oggetto – tutte rimaste senza riscontro scritto – e non avendo certo nessuna intenzione di lasciarmi vincere dallo sfinimento…, ritengo doveroso riproporre, stavolta in forma schematica, una serie di quesiti inerenti il finanziamento di 880mila euro stanziato, con ordinanza n. 0094 del 13/06/2013, dal Dipartimento di Protezione Civile per i lavori di messa in sicurezza del pontile di Ginostra – isola di Stromboli, e per i quali il Sindaco di Lipari era stato incaricato di provvedere al completamento dei “lavori di manutenzione straordinaria e miglioramento tecnico” dell’approdo in questione.

1- Per quali ragioni, AD OLTRE TRE ANNI dallo stanziamento del suddetto finanziamento, i lavori non sono ancora iniziati?!?

2- L’intera somma di 880mila € è ancora disponibile?!?

3- Quali saranno le conseguenze di questo “storico” ritardo in termini di “riduzione” dello scopo e della portata del progetto a causa della presumibilmente necessaria procedura di aggiornamento dei prezzi?

Permettendomi di rammentarVi che dalla piena efficienza e funzionalità del pontile (ripetutamente danneggiato nel corso di questi anni dalle mareggiate) dipende anzitutto la sicurezza degli abitanti della frazione, che sorge ai piedi di un vulcano dalla imprevedibile attività eruttiva, ma forse soprattutto la “vivibilità” dell’intera comunità, e auspicando, dopo anni, un qualunque risconto, si porgono cordiali saluti.

prof. Riccardo Lo Schiavo

(Delegato Marevivo)