Ex…ploit Eolie: ha vinto il nostro orgoglio

isole 2Il diario della fiera

di Daniele Corrieri

Ora vi racconto , per averla vissuta anche da dietro le quinte , la vera storia della partecipazione del Comune di Lipari all’Expo 2015, come nessuno potrà raccontarvela , salvo copiarci. Il Comune di Lipari, gli chef, i pasticceri, il Cantori popolari delle Isole Eolie, l’organizzazione del viaggio e relatori sulla storia delle Eolie hanno sfidato tutte le falle dell’ organizzazione Expo – Regione; essendo agli inizi e per i vari ritardi , come si temeva, qualche inconveniente si è verificato.

Ma andiamo per ordine: Partiti da Lipari abbiamo rischiato… di non partire: l’aliscafo stracarico di passeggeri non riusciva ad alzarsi , e grazie al mio intervento il Comandante dell’aliscafo è riuscito a fermare la nave a Vulcano. Solo i partecipanti all’Expo trasbordavano dall’ aliscafo alla nave, caso contrario si perde sarebbe perso l’aereo! Poi preso, regolarmente, e arrivati puntuali a Milano.

Primo giorno di manifestazione: si parte male. Cluster Bio Mediterraneo privo di insegna e diciamolo pure molto squallido. Da al Turismo, è stato autorizzato ad allungare la permanenza per qualche ora. Come da programma dovevamo insediarci nel nostro spazio ed iniziare alle 10,00 a presentare i nostri prodotti ma ci hanno posticipato alle 16,00 perché l’Egitto , alla presenza del suo Ministro al Turismo si è era concesso qualche ora in più.

A questo punto scatta la scintilla e l’ORGOGLIO DEI LIPARESI; tutti , dalle aziende eoliane presenti all’Expo e con l’Assessore Davide Starvaggi si parte senza alcun tipo di autorizzazione e si invade Piazza Italia di fronte al Padiglione Italia . Amabasciatore dell’arcipelago il gruppo Folk con tanto di stendardo. Musiche e balli iniziano a raccogliere centinaia di persone. Frattanto parte un’Ansa (chissà chi è stato a segnalarla?) che racconta dei disagi, arrivano i i controlli dei responsabili Expo che volevano fermare balli e i canti, ma il buon senso e le nostre spiegazioni hanno messo a tacere tutti. La festa continua e arriva la Tv Svizzera, il primo canale cinese, e la Tv Svizzera Italiana. Tutte a riprendere lo spettacolo e i balli dei nostri cantori popolari ( chissà chi li ha chiamati?).

Finalmente nel pomeriggio ci impossessiamo del nostro spazio e lo “coloriamo” di eolianità: gli chef iniziano a preparare le loro ricette ma… poca gente attorno. Ed allora senza pensarci due volte il Gruppo Folk parte , nuovamente con tamburi, canti e balli verso Piazza Italia. Spettacolo nello spettacolo: raccogliamo centinaia di persone e li portiamo nel nostro al cluster. Viva Lipari! Parecchi giornalisti presenti con i media nazionali e decine di siti a parlare delle Eolie che avevano invaso Piazza Italia! Si torna a casa a mezzanotte tutti soddisfatti e soprattutto fieri!

Mattino seguente: chef, pasticceri, Comune di Lipari, aziende eoliane presenti in fiera. Regione Sicilia, preoccupata per un’altra invasione prepara un evento per le 16,00 con i Cantori Popolari nello spazio della Regione che si trova davanti al Padiglione Italia. Non ci basta, il Gruppo Folk incomincia a girare per i vari Padiglioni per far capire che ci siamo pure noi in Expo e con astuzia ci si infila di nuovo in Piazza Italia dove ci sono migliaia di persone essendo che li c’è il Padiglione Italia. Tamburi, canti e allegria dei nostri della ammaliano; la gente balla, ma…sotto il Padiglione Italia, si stava esibendo il Coro Giovanile della Comunità Europea. Ci dicono di stare tranquilli, immediatamente da persone civili ci allontaniamo ma il responsabile del Padiglione Italia decide insieme al responsabile del Coro Giovanile Europeo di raggiungerci e far esibire il coro nel nostro padiglione. (chissà chi è stato a parlare con il responsabile del Padiglione Italia ?) Spettacolo nello spettacolo!

Alle 17 il Gruppo Folk si avvia nel padiglione Sicilia, dove ci sono i vari media invitati dalla Regione che ci aspettano, balli e canti per un’ ora incantano migliaia di persone, le Eolie diventano il passaparola dell’Expo!

Sorpresa nella sorpresa, i responsabili del Padiglione Italia, supplicano (chissà chi ?) di far esibire in serata il Gruppo Folk all’interno del Padiglione Italia; a quel punto scatta l’intelligenza Eoliana: li vuoi? Allora veniamo tutti, gruppo folk, chef e pasticceri e offriamo malvasia e biscotti a tutti (sarebbe vietato) e invitiamo i presenti a venire nel nostro Padiglione dal momento che alle 19.30 abbiamo la degustazione. Ed ecco che alle 18.50 tutti gli eoliani partono dal cluster Bio Mediterraneo con vino, biscotti e malvasia…spettacolo nel Padiglione Italia, Malvasia a go-go…con i nostri che si riportano un centinaio di persone a degustare i vari prodotti nello stand delle Eolie…altro che padiglione Italia !

Come raccontato nell’ultimo comunicato stampa del Comune si è chiuso in bellezza sulla scia dei due giorni precedenti.

Ad Expo Milano 2015, ha vinto l’orgoglio eoliano: quando tutti, dal semplice cittadino, alle imprese e alle istituzioni, stanno uniti non ci sono rivali. Questo è successo all’Expo ! Lipari e la sua gente hanno dettato i tempi all’Expo, facendolo con eleganza e avendone ogni ragione.

Bravi tutti. Non serve fare i nomi dei presenti…e che non si dica che sono stati in vacanza! Hanno dato onore e promozione a queste isole che ne hanno tanto bisogno.

Forza Lipari!