Emergenza idrica a Pirrera da oltre un mese e proteste

Riceviamo da Anna Miracula e pubblichiamo

Non è ancora iniziato l’anno tantomeno la stagione estiva ma è sempre emergenza idrica.

Nella frazione di Pirrera , specie nella zona alta dove vi sono le solite difficoltà in ogni stagione ,da oltre un mese non viene erogata l’acqua senza elencare le ovvie difficoltà, siamo ridotti a centellinare le poche gocce che questo poco piovoso inverno ci riserva.

Alle numerose chiamate effettuate ai responsabili del servizio , a titolo di lamentela e di sollecito affinchè si possa riceverla in breve tempo vista la scarsità di risorse ( ovviamente non basandosi sul fantomatico calendarietto redatto dal Comune) ci vengono puntualmente fatte delle promesse che altrettanto puntualmente si rivelano vane e senza esito.

Ora vorrei una risposta ufficiale da parte del Signor Sindaco perchè queste promesse che lasciano il tempo che trovano , sanno a dir poco di una bella presa per i fondelli e davvero si inizia a pensare che NON ci state inviando l’acqua per dei motivi che non volete spiegare quindi si tergiversa adducendo motivazioni poco plausibili.

Caro signor Sindaco, come mai sempre e soltanto in questa frazione ci si lamenta per l’acqua , come mai l’Ufficio Idrico del suo Comune ha approntato questo quasi inesistente e non attendibile calendario se poi non viene rispettato e siamo costretti a contare sulle dita ( ma ne abbiamo solo 10 di dita !) i giorni dall’ultima erogazione e a lasciare sempre i rubinetti aperti specie di notte (con aria nei tubi che però ci fate pagare?) , perchè non sento e non leggo mai lamentele provenire da altre frazioni come Pianoconte , Quattropani etc. ma ci lamentiamo sempre e solo qui a Pirrera ? Perchè questo servizio che (NON ) fornite al cittadino fa acqua (sembra un paradosso) da tutte le parti ? Perchè ci negate un nostro diritto ? Il diritto alla vita perchè l’acqua Le ricordo che è di vitale importanza, e certamente non deve essere sprecata ma Le assicuro che non possiedo piscina nella mia casa ,tantomeno vasche idromassaggio .

Perchè non prova Lei personalmente anche per un giorno ad elemosinare acqua , a fare i conti con una riserva di 50 cm scarsi nel serbatoio , a non fare il bucato in lavatrice per giorni oppure a lavarsi o far lavare Suo figlio con una bottiglia di acqua minerale ?

Bello poi inviare bollette gonfie d’aria e pretendere che vengano pagate ! Perchè non avere un responsabile dell’ufficio idrico che si accerti che l’acqua venga inviata regolarmente in tutte le zone prima di procedere con le fatturazioni e pretendere che un cittadino paghi senza ottenere il servizio ? Lo sa che nelle frazioni alte paghiamo l’acqua (anzi l’ARIA) più cara che in paese , la paghiamo da turisti non come eoliani.

Fra l’elenco delle cose fatte durante il Suo mandato sino ad oggi pubblicato qualche tempo fa mi risulta qualche passaggio non veritiero , dove nel punto che riguarda la crisi idrica afferma che ” non è mai mancato un pronto intervento dell’amministrazione e degli uffici oltre che della ditta affidataria per affrontare al meglio le emergenze”…, qui possiamo smentirvi perchè non è assolutamente vero quello che affermate, forse intervenite in altre zone ma di certo non lo fate per Pirrera.

Ho già scritto una mail qualche giorno fa al Suo Ufficio Idrico , ma senza ricevere risposta e anche al Prefetto affinchè possa intervenire.

Speriamo che qualcuno sappia risolvere questo vergognoso problema , davvero una IMMANE VERGOGNA !

Anna Miracula