Comune di Lipari: ” Noi precari di serie B”, la protesta di sette Lsu

comune lipariCronaca Lipari

Lipari – “ Apprendiamo da fonti giornalistiche che il Comune garantirà ai lavoratori ex Pumex l’integrazione salariale utilizzando i fondi della tassa di sbarco. Sinceramente rimaniamo sorpresi da tale notizia. E’ evidente come ciò ci configuri ancora una volta come lavoratori di serie B. Considerato che basterebbero meno di 60.000 euro per garantire l’integrazione ai sottoscritti lavoratori per l’intero anno, sfruttando quindi anche i soldi destinati dalla Regione Siciliana, ci chiediamo se questa Amministrazione ha seriamente pensato che, visto il sussidio attualmente percepito di € 570 al mese e zero contributi , sia giusto non concedere l’integrazione. A questo punto capiamo che ciò sia una volontà politica e non un problema legislativo”.

Questo il passaggio significativo di una nota inviata , tra gli altri, al Sindaco di Lipari dagli LSU ex soc. coop. “ Il Quadrifoglio” in forza fino al prossimo 31 dicembre al Comune di Lipari.

“ Chiediamo all’Amministrazione e ai consiglieri – questo l’appello dei lavoratori Antonella D’Ambra, Ivan Ferlazzo, Carla Forestieri, Maria Pia Groppo, Paola Lo Rizio, Cristina Laura Merlino e Sonia Spadaro- di non lasciarci soli al nostro destino e di farsi portavoce delle necessità di provvedere a trovare delle soluzioni efficaci a garantire il lavoro ed a questo punto anche uno stipendio dignitoso”.

I lavoratori hanno rimarcato nella nota che la Regione Siciliana ha stanziato la sua parte per la loro stabilizzazione quinquennale e che l’Amministrazione li ha rassicurati più volte sulle possibilità finanziarie da parte del Comune di stanziare la sua quota ( 60 mila euro) per la definizione dell’iter.