Comune di Lipari e vincoli che impediscono di assumere

di Daniele Corrieri

petMi chiedo : non sono ancora Lsu ma come possono gli ex lavoratori della Pomice avere una speranza di lavorare al Comune o, meglio, di essere stabilizzati quando, con questo riepilogo che pongo all’attenzione di tutti , si dimostra che gli ex della coop. Quadrifoglio potevano essere assunti a tempo determinato per 5 anni e ciò non è stato fatto per i vincoli esistenti sulle assunzioni a tempo determinato e sui costi generale del personale ( due norme diverse). Addirittura il Comune ha dovuto restituire il contributo inutilizzato proprio per questi motivi. Pertanto se anche con i soldi non si cantano messe…

SITUAZIONE LSU EX COOP. QUADRIFOGLIO

1) Anno 2002 – stipulata convenzione con protocollo d’intesa tra il Comune di Lipari e la soc. Coop. Il Quadrifoglio per la gestione del centro servizi al turismo ;

2) Con la delibera di G.M. n° 44 del 29.03.2007, dichiarata immediatamente esecutiva, veniva approvata la convenzione redatta secondo le procedure di cui agli artt. 1 e 5 del decreto Legislativo 28 febbraio 2000, n° 81 per la mobilità al Comune di Lipari dei soggetti di cui all’ allegato;

3) Con delibera n. 145 del 20.09.2007, notificata al Comune di Lipari con nota protocollo U.O.V:I. – C.R.I.n.3750 dell’ 8.10.2207 dell’ Assessorato Regionale del Lavoro, La Commissione Regionale per l’impiego ha approvato la suddetta convenzione alla condizione che l’Ente adotti nei confronti dei lavoratori i programmi di fuoriuscita;

4) Con la delibera di G.M. n° 34 del 23.04.2008, è stato preso atto del trasferimento per mobilità dei lavoratori socialmente utili dalla Soc. Cooperativa “Il Quadrifoglio” a r.l. al Comune di Lipari, a seguito convenzione, e ha rinnovato nella medesima l’impegno a porre in essere quanto stabilito dall’art. 7 della convenzione, con particolare riferimento ai programmi di fuoriuscita dal bacino dei lavoratori socialmente utili ed alla prosecuzione delle attività ASU per gli stessi soggetti

5) Con la delibera di G.M. n° 87, del 22.09.2009, è stato approvato il programma di fuoriuscita per i nove lavoratori, mediante la stipulazione di contratti di diritto privato di durata quinquennale. La giunta ha inoltre deliberato di autorizzare il sindaco a presentare al competente assessorato Regionale l’apposita istanza di concessione dei contributi finanziari previsti dalla legge per la stabilizzazione complessivamente ammontanti ad € 278.886,69 in ragione di € 30.987,41 per ciascuna unità ripartiti in cinque annualità.

Si è poi specificato nella stessa delibera che i discendenti impegni di spesa a carico del bilancio comunale sarebbero stati assunti dopo l’approvazione da parte della C.R.I.

6) Con D.A. n. 23 del 19 febbraio 2010, dell’Assessorato Regionale della Famiglia, è stato approvato e reso esecutivo il piano di finanziamento delle misure di fuoriuscita, prevedendo per il Comune, la concessione del contributo per la stabilizzazione con contratti di diritto privato quinquennali.

7) Con la determina del Dirigente del IV° Settore n. 680 del 25/11/2010 si è dato corso all’integrazione lavorativa fino a 36 ore settimanali dei lavoratori socialmente utili ex cooperativa “Il Quadrifoglio” per il periodo 29/11 – 31/12/2010 impegnando la spesa di €. 7.150,00;

8) In data 14.11.2011 con decreto Dirigenziale n. 856, è stato concesso al Comune di Lipari il contributo per la stabilizzazione di € 278.886,69, ripartito in quote annuali di € 55.777,33 per cinque anni, pagabili alla scadenza del 31 Dicembre di ogni anno. L’ art. 2 del suddetto decreto prevedeva che la stabilizzazione doveva avere principio di esecuzione entro 60 giorni dalla notifica al Comune. L’Amministrazione, dall’emanazione del decreto del 19 febbraio 2010, non ha mai stanziato in bilancio le somme necessarie a carico dell’Ente ovvero € 45.0000,00 circa, nonostante una nota del Presidente del Consiglio Comunale di allora Rag. Giuseppe Longo, sulla quale l’Assessore al Bilancio aveva risposto che in atto le risorse previste non consentivano ulteriori impegni sul bilancio. Inoltre nei piani triennali delle assunzioni, predisposti dagli uffici comunali non è stata mai prevista la stabilizzazione.

9) Il 12.12.2011, viene trasmesso al Comune atto stragiudiziale di diffida e messa in mora e il dirigente Subba con successive note con riferimenti al patto di stabilità interno e superamenti della spesa per il personale da esito negativo alla richiesta, permettendo invece ai 7 vigili contrattisti LSU, l’integrazione oraria da 18 a 36 ore settimanali;

10) Nel mese di febbraio 2014, l’Assessorato Regionale al Lavoro inoltra al Comune di Lipari una nota con la quale chiede la restituzione della prima annualità del contributo versato per la stipula del contratto, in quanto non utilizzato, ed è ciò che è stato fatto.

11) Cosa accadrà ancora?

( sul punto 9 , va precisato che in base a delle verifiche effettuate, il rapporto di lavoro con l’ente, da parte dei Vigili contrattisti è cominciato prima di quello degli ex coop. Quadrifoglio e che il Comune , secondo il vincolo sulle spese del personale non avrebbe potuto spendere un euro in più rispetto all’anno precedente. Particolare, inoltre, non di poco conto: i vigili contrattisti hanno potuto contare su una deroga per la loro funzione. P.P.)