“C’è Giggi”?!?… E il Meteo?!?

di Marco Miuccio

miuccio-rubrica160In un’isola martoriata dai cambi di fronte governativi, con la drammatica perdita di incarichi, assegnati ad orologeria a figure istituzionali che avrebbero potuto dare una grossa mano all’Amministrazione di una terra tanto amata, con un rapporto amicale… tendente al parentale diciamo… nell’attesa di sapere che sviluppi ci saranno, tra presunte e probabili tasse di soggiorno dal sapore evolutivo, proposte legislative di risoluzione dei drammi lavorativi della comunità, argomenti su cui è davvero inappropriato fare polemica, figuriamoci ironia o satira.

E quindi, evitiamo di accennare al bilancio 2013, alle imminenti risoluzioni per l’approvazione di quello 2014, a conti economico-politico-amministrativi che vengono resi anche più incomprensibili dalle chiarissime delucidazioni provenienti dalle Langhe piemontesi o dagli studi di settore meneghini.

E mentre il fermento politico imperversa, con il giovane promettente Renzusconi, sempre più tendente al Berluschenzi, che promette salvezza e cambiamento entro i primi quattro mesi del suo mandato-rapina, perpetrato a danno del British Letta, colpevole di non indossare il giubbotto di pelle con lo stesso stile, la nostra isola inizia a risvegliarsi, con i primi incontri “Sociali”.

unnamedArchiviato il primo agguerritissimo e riuscitissimo torneo di Burraco, svoltosi a Villa Liberty di Nunzia Cincotta, di cui è già prevista una seconda edizione per Domenica 09 Marzo 2014 alle ore 15.30, si segnalano rincuoranti segnali di organizzazione “motu proprio” di piccoli e grandi eventi, tra realtà imprenditoriali di antica tradizione, che sembra abbiano ingranato la marcia giusta per uno sviluppo della proposta turistica legata all’eno-gastronomico.

E attendendo la prima riunione dei componenti della Comunità di “Lipari Isola Slow”, evento intitolato “Quattro Chiacchere”, che si svolgerà all’Hotel MEA – Sabato 08 Marzo 2014 alle ore 10.30 – riunione aperta anche a chi volesse conoscere e sapere di più di Slow Food, con possibilità di associarsi al costo di 25,00 € ( che diventano 10,00 per chi non ha ancora compiuto 31 anni), si segnala il primo incontro/pranzo che è stato chiamato: “C’è Giigi?!?”

Questo appuntamento conviviale si svolgerà Sabato 01 Marzo 2014 alle ore 13.00 presso il Ristorante “Tre Pietre” di Rinella, del Comune di Leni dell’isola di Salina, di cui si allega il menù, completo di prezzo e contatti, all’insegna dell’incontro tra i presidi dell’arcipelago ed i vicini presidi Nebroidei!

Per chi fosse ancora più curioso, potrà visitare la pagina Facebook dell’evento, al link https://www.facebook.com/events/230466740411066/ –

Telefonate al numero indicato e prenotate, i posti sono davvero limitati.2

Tante collaborazioni, un programma denso di appuntamenti, tanta progettualità, il tutto mosso da auto-produzione, liberando l’Amministrazione dal gravoso compito di pensare alla promozione turistica del settore eno-gastronomico, settore considerato legato ad interessi commerciali di categoria, che stranamente, in qualunque altra parte del mondo, muove e smuove l’interesse di milioni di persone!

Meteo:

Una settimana di vento debole a regime di brezza, in alcune ore della giornata tendente alla bonaccia, fino alla giornata di Sabato, quando una leggera brezza da Ponente rinfrescherà l’aria e riporterà l’umidità a regnare sull’arcipelago, con qualche pioggia diffusa, non così ben localizzata.

Quindi, per il pranzo di Sabato, un ombrellino al seguito, ma non ci saranno grossi problemi per i collegamenti con Salina.

Da domenica, correnti più sostenute da Ovest, che varieranno martedì 04/03, posizionandosi da Nord, con un regime di vento teso, oltre i 30 nodi, apportando un brusco calo delle temperature e qualche problema per i collegamenti con le nostre Bistratt-isole!!!

E, come al solito, ricapitolando:

Fino al Weekend… Foto “a rompere”!

Sabato a pranzo, tutti a Rinella per “C’è Giggi?!?”

Da Domenica… Le navi dovrebbero garantire i collegamenti… ma monitoreremo!

Food:

 “Sciabola Panàta”!!!

3Utilizzando uno dei prodotti ittici tipici del tirreno meridionale, il Pesce Sciabola, conosciuto localmente come Spàtola, nome scientifico Lepidopus Caudatus – Codice Alpha 3 – (SFS) – è uno degli appartenenti all’elenco delle specie soggette all’infestazione del parassita Anisakis, piccolo “vermicello” arrotolato su se stesso che, passando dalle viscere alla fibra muscolare, all’atto della morte del pesce, continua a vivere dentro la carne dell’esemplare, riuscendo a debellarne la pericolosità attraverso la cottura ( superiore a 70°C), o per il consumo “marinato” o “crudo”, a seguito di abbattimento per 24 ore a – 20°C in abbattitore professionale, ovvero 96 ore in freezer casalingo, sacrificio affrontabile a fronte di un’induzione alla paralisi muscolare, ricordando che diaframma e cuore sono muscoli… E comunque, io me lo faccio cotto!!!

Dopo la noiosa, ma importante, lezioncina per il “piccolo consumatore”, pensiamo a sbollentare dei broccoli “ddu ggiardìnu” in acqua e sale, lasciandoli croccanti, senza disfarli troppo!

Saltiamo in padella con aglio e peperoncino una dadolata di melenzane; a frittura quasi ultimata, aggiungiamo i broccoli e facciamo saltare il tutto!

Sfilettata la Spatola, poniamola su carta forno, umettiamo i filetti con le dita bagnate nell’olio d’oliva e spolveriamo sopra del pan grattato secco!

In forno a 180°C per 10 minuti circa, a doratura del pan grattato raggiunta, senza far seccare i filetti, affiniamo la “mise en place”, per presentare e godere di un inarrivabile piatto a Km. e Miglio zero, dal costo medio di cinque euro a persona… All inclusive!!!

Ricordando che “cchiù scuru i menzanotti non pò ffàri”, coscienti che dopo il “Giovane Holden Matteo”, qualora fallisse, non ci resterebbe che chiamare Paperoga, vi invito a partecipare attivamente alla vita Sociale dell’arcipelago, unica salvezza per una Comunità che può ancora salvarsi grazie ed a causa del suo isolamento…

La vita può essere dipinta da chiunque… ma in pochi sapranno scegliere la tavolozza giusta!