C.A.S.T.A. : ad Acquacalda disastro annunciato, chi paga ?

acquacalda

E ora chi paga???

E non parliamo solo di pagare materialmente, cioè pecuniariamente, cioè con soldoni (che poi sono sempre e soltanto dei contribuenti, vale a dire i nostri) ma

fondamentalmente da un punto di vista di responsabilità derivante dal ruolo occupato nell’ambito dell’intera Amministrazione Comunale.

Poco ci interessa che le responsabilità di quanto accaduto ieri ad Acquacalda ricadano sul capo del primo cittadino o dell’ultimo dei dipendenti comunali. Vogliamo solo che chi se n’è infischiato della nostra chiara e pressante denuncia presentata il 13.09.19 non la passi liscia come se nulla fosse accaduto.

È accaduto cioè che il torrente (la cui pericolosità è stata da noi puntualmente segnalata pochi giorni or sono alle competenti autorità) è violentemente esondato e soltanto le foto possono far comprendere l’entità del disastro avvenuto ieri mattina.

Colpa della bomba d’acqua? Colpa di quei disgraziati incendiari? Colpa della rigogliosa vegetazione  che prolifera negli alvei dei torrenti? Colpa della tanto sbandierata mancanza di soldi e di personale?

NO, NO e NO!

È colpa della totale mancanza di una oculata programmazione di ordinaria manutenzione e di ordinario controllo del territorio da parte di chi questo  compito è chiamato ad espletare.

Assumendo, come al solito, ogni responsabilità di quanto qui asserito attendiamo solo risultati concreti.

Enzo Mottola

Presidente C.A.S.T.A.

IMG-20191008-WA0004

( Ovviamente, il Comune è già intervenuto, incaricando la ditta Casella, per gli interventi straordinari di pulizia. Il problema , a monte,  tuttavia resta e senza appositi stanziamenti regionali o nazionali ( vedi Ginostra, ancora comunque in attesa) sarà difficilmente risolvibile. P.P.)

Share