Berlusconi e Conte superati sul piano dei consensi dai Sudisti di Maimone al Convegno della Fondazione DC

Si apre una nuova stagione politica

Il Movimento dei Sudisti Italiani, fondato da Aurelio Coppeto e Biagio Maimone, è entrato di diritto nella scena politica nazionale e lo ha fatto venerdì 9 ottobre, a Saint Vincent, al Convegno della Fondazione DC, indetto dall’Onorevole Gianfranco Rotondi. Il Convegno ha trattato il seguente tema: ‘Laudato si’, la politica cristiana dal bianco al verde”.Dopo cinque anni dall’enciclica di Papa Francesco, la Fondazione DC ha esplorato la possibilità di un’alleanza per la terra tra cattolici e laici.

Hanno preso parte al Convegno Silvio Berlusconi , Giuseppe Conte , Renato Brunetta, Lorenzo Cesa, Maria Stella Gelmini e tanti altri politici, invitati da Gianfranco Rotondi, il quale si è fatto promotore della creazione di un nuovo contenitore di centro, alternativo alle destre sovraniste e populist e, nonchè alle sinistre radicali. La vera novità è stata  la partecipazione del Movimento di pensiero “Sudisti Italiani”, che ha scelto il palco di Saint Vincent, degli ex democristiani e di altri politici datati, per debuttare sulla scena politica.

Per Maimone, esponente del Movimento “Sudisti  Italiani”, nonchè relatore, la partecipazione al convegno segna  l’inizio di un lungo percorso per riscrivere la democrazia, che definisce “La Nuova Democrazia”, del nostro Paese. Maimone, difatti, ha annunciato la nascita, nel breve termine, di un movimento di pensiero il cui nome è “La nuova democrazia”, che attualizza il concetto di democrazia, riferendolo al contesto storico attuale. I Sudisti vogliono unificare l’Italia ed abbattere le destre populiste, incarnate dalla Lega e da Fratelli d’Italia, ritenute responsabili del declino sociale, culturale e politico del nostro Paese.

Gianfranco Rotondi ha ascoltato con attenzione le parole di Maimone, che, in modo deciso, ha sottolineato gli errori commessi dall’ex Democrazia Cristiana, della quale, tuttavia, ritiene che occorra  apprezzare la capacità di aver fatto convivere, in modo fattivo, il piano spirituale e quello materiale della vita. Maimone ha sottolineato, altresì, che il lavoro per tutti, la tutela della dignità di ogni essere vivente, ossia dell’essere umano e della natura nel contempo, la formazione delle coscienze e una nuova forma di solidarietà che scaturisce dalla nascita di un’economia dal volto umano, un’economia green, rappresentano i pilastri su cui deve reggersi la società italiana, interpretati in modo diverso da come le intendono le destre italiane, le quali hanno determinato il declino dei valori più profondi della cultura umana.

La passione politica  ed i contenuti espressi da Biagio Maimone hanno ottenuto maggior consenso dei messaggi di Berlusconi, Conte e di altri politici che hanno partecipato al convegno. Biagio Maimone, infine, ha formulato l’invito a Gianfranco Rotondi di attualizzare i contenuti dell’ex  Democrazia Cristiana, al fine di scrivere e realizzare un nuovo progetto politico, finalizzato alla nascita di un centro  moderato, laico e cattolico nel contempo, a cui i Sudisti Italiani intendono offrire il loro apporto di contenuti ed impegno pratico.