Arriva la proroga per il punto nascita ma non basta

I punti nascita di Petralia Sottana, Licata, Mussomeli, Bronte, Santo Stefano Quisquina e Lipari hanno ottenuto una proroga: le rispettive attività non cesseranno prima del 31 dicembre di quest’anno. Lo ha garantito l’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi. La scelta, ha spiegato l’esponente della Giunta Crocetta, è stata presa in virtù delle richieste di amministratori locali e cittadini. “Lavoriamo perché si trovi una soluzione positiva che tenga conto delle esigenze manifestate nei territori” è stata la conclusione dell’assessore. ( Fin qui la notizia d’agenzia: ora il governo regionale deve fare la propria parte e passare dalle promesse ai fatti attuando i progetti previsti anche dal Ministero per l’ottimizzazione dell’offerta sanitaria anche nei piccoli ospedali. Siamo sicuri che in tal senso non mancheranno gli opportuni solleciti di forze politiche come Art.1 e il Megafono di Messina che stanno seguendo con attenzione tutta la vicenda. Ovviamente l’Amministrazione Giorgianni non è rimasta a guardare chiedendo proprio alla Regione una decisa presa di posizione sui progetti indicati dal Ministero.  p.p.)