Arezzo – Eolie verso il gemellaggio

Michele Merenda

toni brundu

SALINA – Non si  fermano le iniziative culturali della Biblioteca comunale di Malfa che già da tempo hanno varcato i semplici confini isolani. Il bibliotecario ed addetto culturale Antonio Brundu, infatti, è partito ancora una volta verso la città di Arezzo in compagnia dello scrittore liparese Italo Toni (giunto al suo quindicesimo libro), aggiungendo un ulteriore tassello all’interazione culturale e creando i presupposti per un eventuale gemellaggio tra le scuole di Arezzo e delle Eolie.

In prima battuta, i due isolani sono stati di recente ospiti nell’Aula Magna del Liceo Scientifico “Francesco Redi” per l’incontro che ha avuto come tema: “Storia e culti devozionali sulla religiosità delle Isole Eolie”. L’evento è stato organizzato in sinergia tra la Brigata Aretina Amici dei Monumenti e del Paesaggio, la Biblioteca Antica del Seminario Vescovile di Arezzo, il Circolo Artistico Culturale Eoliano di Lipari, la Biblioteca comunale di Malfa – isola Salina e lo stesso Liceo Scientifico “Francesco Redi” di Arezzo. La discussione è stata condotta dall’artista Francesco Maria Rossi, con l’introduzione del prof. Claudio Santori (Presidente della Brigata Aretina), seguito da Mons. Enrico Gilardoni (Rettore del Seminario Vescovile di Arezzo) e da Don Natale Gabrielli (Responsabile della Biblioteca Vescovile).

È stata poi la volta dell’intervento di Antonio Brundu, che ha proiettato dei documenti visivi riguardanti le Eolie ed esposto delle sue foto sull’arcipelago. Era stata annunciata la presenza del Generale dei Carabinieri Emanuele Saltalamacchia, che però, per ragioni di servizio, non si è potuto recare in loco. A rappresentare l’Arma, comunque, sono stati inviati il Tenente Colonnello Giuseppe Lettini, il Capitano Francesco Di Costanzo ed il Maresciallo Stefano Natali.

Alcuni giorni dopo, i due rappresentanti eoliani si sono recati nell’auditorium scolastico del Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II” per partecipare all’incontro con gli studenti della Scuola Media. Si è quindi tornati a parlare delle Eolie (storia, natura, emigrazione, attività agricole ed artigianali tradizionali), alla presenza delle professoresse Alessandra Salvadori (vicedirigente scolastica), Maria Carriglio (docente di lettere) e Rita Bianchini (docente di religione). La prof.ssa Carriglio ha ribadito l’importanza delle tradizioni e la necessità di conoscere le consuetudini di una volta, in un passato senza tante comodità ma colmo di valori profondi ed indispensabili per la sana esistenza, sia a livello individuale che sociale. Anche in questo caso è stata registrata la presenza di Francesco Maria Rossi, il quale ha posto in evidenza il carattere di Italo Toni e lo stile dei suoi libri, le cui narrazioni fanno sperare in un mondo sempre più umano e più giusto.

A tal proposito sono stati letti dai ragazzi alcuni brani tratti dal romanzo dello scrittore eoliano “Viaggio tra realtà e fantasia”. La prof.ssa Alessandra Salvadori ha desiderato ribadire l’interesse per un gemellaggio tra la scuola Media Aretina e l’Istituto Scolastico Eoliano. Antonio Brundu, nel suo intervento finale, dopo aver parlato sulle origini geologiche delle sette isole eoliane e sulla loro storia antichissima, si è soffermato anch’egli sulla eventuale opportunità di realizzare un lavoro insieme ai ragazzi della Scuola Media Statale “Amerigo Vespucci” dell’isola di Salina, al fine di concretizzare un possibile gemellaggio di scambio interculturale tra la realtà Aretina e quella Eoliana.

(Nella foto, da sinistra: prof. Claudio Santori, l’attore Francesco Maria Rossi, il Capitano Francesco Di Costanzo, il Ten. Colonnello Giuseppe Lettini, arch. Lanfranco Donati, Antonio Brundu, Italo Toni e il Maresciallo Stefano Natali)