118, Giuffrè (Snami) : medicalizzazione ambulanza anche per Lipari

il dott. Giorgio Giuffrè, responsabile provinciale emergenza Snami
il dott. Giorgio Giuffrè, responsabile provinciale emergenza Snami

Con la presente, al fine di tutelare l’ intero sistema dell’Emergenza Urgenza Sues 118, ed al fine di tutelare i cittadini fruitori del servizio stesso, lo Scrivente Sindacato, visti gli ultimi gravissimi accadimenti a tutti ormai noti, nel desiderio di mantenere, come tradizione, un atteggiamento responsabile e propositivo, dichiara quanto segue:

• Il servizio svolto dal 118, è per definizione, attivabile nelle Emergenze sanitarie.

Distogliere mezzi da utilizzare in servizi secondari vedi TSO, o per accompagnare utenti a testimoniare in tribunale, è capitato anche questo, o in trasporti secondari in generale, riduce la disponibilità di mezzi sul territorio, impedendone di fatto l’uso proprio.

Lo Snami si è reso in tal senso propositivo ipotizzando l’ impiego di Medici e mezzi dedicati, in regime di reperibilità per i trasporti secondari.

• Necessaria anche la responsabilizzazione degli utenti che devono aiutarci ad un miglior impiego del servizio, e quindi, dopo una campagna informativa sull’ utilizzo del 118, attivazione di eventuale ticket per i codici bianchi e/o verdi.

• Medicalizzazione ed Infermierizzazione della maggior parte delle ABZ come previsto da Decreto Assessoriale, e ricollocazione geografica delle Postazioni ABZ, non in base a spartizioni ed equilibri politici, ma in base alla reale necessità dei cittadini e della territorialità del servizio..

Anche in tal senso lo Snami si è reso disponibile sia a livello regionale, gridando a gran voce tale necessità in Assessorato alla Salute, ovviamente inascoltato, ed anche a Livello Provinciale proponendo al Direttore Generale dell’ASP, un progetto, a costo zero che prevede la medicalizzazione delle Postazioni di Lipari, del Boccetta,e di Trappitello Taormina. Ma la risposta è stata come sempre un silenzio assordante!

• Necessità di far sì che, gli attori principali, Medici, Infermieri, Autisti e Soccorritori appartenenti al sistema dell’Emergenza Territoriale, siano presenti nei Tavoli Tecnici Regionali e Provinciali, dove si decidono regole e si propongono progetti per il corretto funzionamento del 118.

• Rivedere la collocazione e la funzione delle auto mediche che potrebbero ad esempio essere utilizzate dai Medici di CA con alto numero di interventi.

Il responsabile Provinciale settore Emergenza SNAMI Messina

Dott. Giorgio Giuffrè