Vulcano : allerta Scirocco per domani, rispettare misure autoprotezione

Vulcano, foto e fumi del primo mattino da Lipari 1

AVVISO ALLA CITTADINANZA

ISOLA DI VULCANO

ALLERTA SCIROCCO: NECESSARIO IL RISPETTO DELLE MISURE DI AUTOPROTEZIONE PER RISCHIO GAS VULCANICI

In considerazione delle previsioni per la giornata di domani 25/12/2021 che indicano la presenza sull’isola di Vulcano di vento proveniente da Sud-Est (Scirocco) – condizione presumibilmente sfavorevole in quanto i gas vulcanici potrebbero essere “spinti” verso il centro abitato – e viste le disposizioni contenute nell’Ordinanza Contingibile e Urgente n. 134 del 23/12/21 “Misure di prevenzione e assistenza alla popolazione per il rischio vulcanico”, si raccomanda alla cittadinanza dell’Isola di Vulcano, con particolare riguardo a coloro che risiedono a Vulcano Porto e comunque nelle aree A,B,C interessate dalle precedenti misure di allontanamento notturno, la massima attenzione e il rigoroso rispetto di tutti i comportamenti e le azioni cautelative di auto protezione al fine di scongiurare rischi per la propria incolumità e salute.

  1. E’ fortemente sconsigliata la permanenza prolungata e continuativa, nelle aree identificate e denominate Zona A, B e C, fatta eccezione per il “Villaggio Lentia” seppur ricompreso nell’area C;
  2. Areare sempre i locali chiusi da molto tempo, prima di accedervi (cantine, garage, locali tecnologici).
  3. Provvedere al costante ricambio dell’aria negli ambienti al chiuso;
  4. Non utilizzare locali interrati e seminterrati per attività abitative, lavorative, ricreative e soprattutto per ricovero notturno che è comunque espressamente vietato in qualsiasi nelle Zone A, B e C ad esclusione del “Villaggio Lentia”.
  5. Vietare l’accesso agli scantinati ai bambini e agli animali. Ove possibile, dotare i locali interrati e seminterrati di un impianto a ventilazione forzata, per garantire un’adeguata circolazione dell’aria e impedire pericolosi accumuli di gas tossici negli ambienti chiusi.
  6. Evitare la permanenza prolungata in strutture depresse, eventualmente presenti all’esterno delle abitazioni (piscine vuote, canali di raccolta delle acque, cisterne interrate, pozzi, etc.).
  7. Evitare di permanere in prossimità delle aree interessate dai provvedimenti interdittivi per l’elevata emissione dei gas vulcanici per ridurre l’esposizione al rischio.
  8. Non effettuare trivellazioni, scavi, movimento terra e interventi edilizi senza aver richiesto agli uffici comunali tutti i possibili chiarimenti e autorizzazioni che comunque non potranno essere concesse nelle Zone A, B e C ad esclusione del “Villaggio Lentia”, fino al perdurare della presente Ordinanza.
  9. Evitare le aree prossime alle manifestazioni gassose soprattutto durante le ore notturne e in condizioni metereologiche sfavorevoli (assenza di vento, scarsa insolazione, presenza di nebbia).
  10. Cercare di eliminare le fonti di inquinanti indoor (ad esempio, fumo da tabacco, l’accensione di candele/incenso, cottura e riscaldamento senza provvedere al ricambio dell’aria, stufe o altri apparecchi che producono fumi dovuti alla combustione);
  11. Segnalare con la massima urgenza al Comune, al COA, alle forze dell’Ordine, la presenza di situazioni potenzialmente pericolose per la salute pubblica come presenza di animali morti senza motivi apparenti, ingiallimento e repentino appassimento di alberi e piante, o impossibilità di attecchimento e crescita di erba, colture e piante da giardino o in terreni agricoli, fuoriuscita di gas da pozzi o scavi.
  12. Monitorare sempre senza trascurare alcun sintomo, le proprie condizioni di salute e quelle dei bambini, delle persone anziane e dei soggetti fragili in quanto più sensibili agli effetti prodotti da un cambiamento della qualità dell’aria.
  13. Recarsi presso la struttura sanitaria di C.A. (Guardia Medica) per cui con nota prot n. 143686 del 17 novembre 2021 della Direzione Generale dell’ASP di Messina è stata disposta l’apertura h24 e 7 giorni su 7, e/o segnalare al medico di famiglia qualsiasi sintomo riconducibile a quelli riportati in tabella 1. 
  14. Prestare attenzione ai comunicati pubblicati e trasmessi dal Comune di Lipari in relazione alle condizioni metereologiche che possono condizionare la direzione del “Plume” craterico, il quale, con ventilazione proveniente dai quadranti orientali, potrebbe interessare l’abitato di Vulcano Porto e la qualità dell’aria. In tal caso è necessario riferirsi a quanto riportato nelle presenti misure di autoprotezione

Il Sindaco Marco Giorgianni

Scarica l’ordinanza del Sindaco del 24 dicembre