Turista rispettoso contesta proposta Sidoti

Tassare i vacanzieri con auto al seguito ? Da Torino ( e non solo) non sono d’accordo

Riceviamo da Gianfrano Cefalù ( Torino) e pubblichiamo

Gent. Sig. Sidoti,

controesodo2010con questo sono 24 anni che nel periodo estivo passo 3 settimane a Lipari e sono 22 anni che mi reco nell’isola con l’automobile; capirà che essendo in tre (io, mia moglie e mia figlia) i bagagli sono parecchi e quindi senza la vettura diventerebbe problematico recarsi nell’isola; in ogni caso, appena arrivato a destinazione, provvedo a posteggiare l’auto nel parcheggio dell’albergo e la tolgo il giorno della partenza per cui non arreco nessun tipo di danno alle strade e tanto meno disturbo a turisti ed isolani.

Per di più con tutti i denari che porto nell’isola tra albergo, ristoranti, bar, edicola e via discorrendo mi pare un po’ ingiusto che io debba anche accollarmi una tassa solo perchè mi reco in auto a Lipari.

La saluto cordialmente.

Gianfranco Cefalù

( Il sign. Cefalù, che salutiamo, è uno dei tanti turisti habituè, rispettosi dell’isola, che conosciamo e che ringraziamo per la conferma di una scelta che si ripete da anni. Piuttosto ci chiediamo: perchè d’estate dopo le 19,00 i collegamenti in bus vengono assicurati soltanto con le frazioni di Canneto e Acquacalda. I turisti che intendono conoscere meglio l’isola, infatti, non possono raggiungere le altre località, dove ci sono anche diversi locali, se non con le loro autovetture o con altri mezzi di trasporto. Un problema da risolvere. P.P.)