Trasporti marittimi, Lo Schiavo: ” tariffa pendolari ” penalizzante

Riceviamo dal prof. Riccardo Lo Schiavo e pubblichiamo

Egregio Direttore,

airmaxitalia_banner240apprendo da un comunicato stampa della Libertylines, datato 6 aprile, che la nuova compagnia di navigazione proporrà all’utenza una “Tariffa pendolari, per rispondere alle esigenze dei passeggeri e per applicare pienamente il concetto di tariffa sociale che consente di venire incontro alle esigenze di quella utenza che viaggia con frequenza per lavoro”, favorendo “l’economia delle famiglie dei viaggiatori- lavoratori” grazie ad “un abbattimento del costo del biglietto omnicomprensivo pari al 60%”.

Una iniziativa assolutamente positiva se si considera che la stessa offerta è rivolta anche a “quei nuclei familiari nativi delle Isole ma che si sono trasferiti e che tornano sull’Isola per brevi periodi “.

Non sfuggirà tuttavia ad un osservatore attento … che lo stesso comunicato prosegue informando che “ dal prossimo 11 maggio non saranno emessi nuovi abbonamenti”.

Provando a tradurre in numeri i contenuti di questa “innovazione” risulterebbe che un insegnante pendolare che sino ad oggi paga 4,14 euro sulla singola tratta Milazzo-Lipari, da giorno 11 vedrà il costo del biglietto lievitare a quasi 6 euro!!! Quindi come se ciascun utente dovesse “staccare” 3 biglietti al giorno invece che 2!!!

Omettendo di evidenziare poi quali sarebbero i disagi in termini di “file” alla biglietteria ed altro, sottopongo queste mie considerazioni a chi di competenza, Amministrazione Comunale, Commissioni Trasporti ecc. nella speranza che ci sia stato un errore di comunicazione o meglio ancora di comprensione da parte del sottoscritto.

Cordialmente.

Prof. Riccardo Lo Schiavo