Stromboli : ” l’ambulanza c’è ma è fuori per revisione ed è mantenuta da privati”

Sull’ultimo soccorso in motoape i chiarimenti di un volontario. Si evidenzia la mancanza di convenzione con Comune o Asp

” L’ambulanza a Stromboli c’è ed è operativa”, scrive in una nota inviata al nostro giornale Alessandro Wegner portavoce dell’associazione Sula e corsista CRI. ” L’ultimo soccorso – ha evidenziato- è stato svolto per Giovanni Castellan purtroppo poi deceduto in ospedale. Dopodiché – spiega Wegner- la locale sezione della CRI ha avvisato la Guardia Medica della necessità  di ottemperare all’annuale revisione  del mezzo e degli accessori (bombola ossigeno, barella, etc) ed ha spedito il mezzo a Milazzo da dove rientrerà martedì”.

“Il vero problema – osserva il portavoce di Sula e corsista CRI- è che a Stromboli l’ambulanza esiste grazie all’impegno e alla donazione di privati perché il mezzo è  stato acquistato da due privati ed è  in comodato d’uso gratuito alla locale sezione CRI MILAZZO-ISOLE EOLIE senza però esserci alcuna convenzione, né con il comune né  con la Asp. Quindi il soccorso viene effettuato in totale volontarietà  e, ancora più assurdo, a totale carico dei volontari per quanto riguarda benzina biglietti etc. L’ambulanza – conclude Wegner- è  arrivata a Stromboli alla fine del 2019 inizio 2020, dopo tre anni di assenza, quindi nei giorni delle parossistiche del 2019 (3 luglio e 28 agosto) sull’isola non c’era alcuna ambulanza”.