Sidoti: piano finanziario SRR e approfondimenti

di Angelo Sidoti

sidotiSul tema Piano Finanziario SRR ritengo sia utile approfondire alcuni aspetti indicati nel documento inviato in data 09.09.2015 a mezzo PEC al Dirigente del III Settore, in attesa che venga redatto il nuovo Piano Finanziario per il 2016 che, mi auguro, rispecchi il modello pubblicato sul sito dell’ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale vedi link:

http://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicita-legale/adempimenti-di-legge/tariffa-rifiuti

Argomenti da appronfondire:

Paragrafo 4.4.: Interventi finalizzati a migliorare la comunicazione pubblica: Progetto di campagna informativa.

In particolare mi riferisco ai progetti finanziati per un importo complessivo di circa 230 mila Euro e agli obblighi ricadenti in capo alla Ditta vincitrice del Progetto.

Paragrafo 5.1: Il sistema impiantistico a corredo della gestione futura scenario 2014-2024.

In particolare mi riferisco alla realizzazione dei Progetti presentati a finanziamento di circa 900 mila Euro.

Paragrafo 6.4: Incentivi – Specificità tecniche ed attrezzature

Paragrafo 6.5: Attività di Controllo

In particolare mi riferisco al sistema di doppio controllo, da realizzare in parte con l’utilizzo degli organi della SRR in parte attraverso la Polizia Urbana o un apposito organo di volontariato.

Mentre sul nuovo Piano Finanziario 2016 ci soffermeremo più avanti una volta che verrà reso pubblico, in particolare sul rispetto di quanto previsto all’art.8 del DPR n.158/99, sui costi fissi di gestione della SRR, sugli obiettivi che verranno fissati sulla raccolta differenziata e su quelli già raggiunti nell’esercizio appena trascorso 2015, e sugli obblighi ricadenti in capo alla SRR nel rispetto delle Leggi in vigore e dello Statuto Sociale.

A tal proposito sarebbe utile analizzare un prospetto riepilogativo aggiornato sulla raccolta differenziata rispetto a quello allegato nel Piano Finanziario del 2015 risalente al lontano 2012.