Sidoti, partecipate in attesa di decisioni

Riceviamo da Angelo Sidoti e pubblichiamo

angelosidotiMancano pochi giorni alla chiusura dei bilanci delle partecipate dei comuni delle Isole Eolie e da parte dell’amministrazioni comunali solo segnali di fumo.

Nel comune di Lipari gli organi di controllo e lo stesso settore finanziario nelle proprie relazioni riportano sempre le stesse raccomandazioni ma alla fine nessuno prende una decisione.

Chissà a quanto ammontano le perdite di quest’anno!! Fino al precedente esercizio del 2012 le partecipate avevano maturato perdite complessive per circa 2,2 mln di Euro e quelle di competenza del maggiore Comune delle Eolie ovvero LIPARI poco meno di 700 mila Euro.

Non parliamo di azioni di responsabilità che tutti oggi vorrebbero applicare ma che negli anni mai nessuno ha sollevato durante le assemblee. Sono in attesa di leggere il contenuto dei verbali di fine mese ma soprattutto le dichiarazioni rese in forma “creativa” di qualche rappresentante dell’amministrazione o suo consulente di fiducia che fino ad oggi hanno sempre tenuto la bocca chiusa e gli occhi bendati.

Una piccola nota sulla riorganizzazione della macro struttura comunale. Ma si sono registrati già dei benefici? Ma le partecipate che occupano diverse aree fuori dalla struttura comunale sono esenti da qualsiasi tipo di riorganizzazione? Non vorrei che i locali di quest’ultime fossero in affitto ma soprattutto che la gestione del personale sia fuori da ogni controllo. Ma che senso ha tenere il settore finanziario in via Balestrieri? Una volta al Palazzo Comunale in Piazza Mazzini ci stavano tutti!!