Sidoti e le colpe della mancata riconversione dell’area pomicifera

Riceviamo da Angelo Sidoti ( ex dipendente Pumex) e pubblichiamo

Angelo Sidoti
Angelo Sidoti

Caro Michele, ho letto il tuo articolo pubblicato oggi e mi fa piacere rilevare che la pensiamo allo stesso modo. Tu hai avuto un grande intuito nell’avviare il progetto della WHL, ma vedi non tutti a Lipari hanno la tua cultura politica, mentre di sciacalli per strada ne incontri quanti ne vuoi fuori e dentro il palazzo, ieri ed oggi ma spero però non domani.

Se non ti viene in mente la categoria degli sciacalli provo a farti venire in mente qualche nome. Sono quelli che ti hanno dato la sfiducia durante la tua sindacatura.

Nessuno ti potrà imputare colpe o responsabilità sul tema della WHL. Hai tentato di avviare una nuova era per le Eolie ma alla fine sei rimasto da solo.

Chi è venuto dopo di Te dovrebbe invece interrogarsi e riflettere in quanto il risultato di oggi è frutto della loro “incapacità” ovvero il NULLA.

Unica colpa che ti possono dare è quella di avere un brutto carattere. Ma posso comprenderti; anche io non scherzo da questo punto di vista ma il tempo e l’esperienza ci rende più buoni o almeno più riflessivi e comprensivi. E quindi approfitto per chiederti sinceramente scusa se con il mio modo di fare ti ho mancato di rispetto.

Ma andiamo al dunque.

La colpa del mancato avvio del piano di riconversione delle cave di pomice…Forse dovrei dividere la colpa al 50% tra pubblico e privato in quanto entrambi non si sono mai sforzati di trovare un accordo ma hanno pensato di difendere ognuno la propria posizione a tutti i costi, con un solo pensiero per la testa ovvero la “convenienza o meno e per chi e con quali benefici”.

Trascurando un particolare:  di mezzo c’era la forza lavoro.

Come al solito ci vanno sempre di mezzo le persone più deboli, che possono essere solo colpevoli di non avere mai assunto una posizione netta fin dall’inizio lasciandosi ammaliare dalle promesse dei politici di ieri e di oggi. Ma mi rendo conto che di fronte “al pane” è molto difficile seguire un certo comportamento. Una volta una persona mi disse “Angelo, le persone più deboli hanno sempre qualcosa da perdere” ed io gli risposi “veda ma è anche da vigliacchi approfittarsene”.

Chiudo qui e non mi dilungo più sul tema dipendenti ex Pumex. Per quanto attiene la WHL è un argomento che seguo con attenzione e trovo soddisfazione a parlarne con gente che conosce bene la materia ovvero gli amici Pietro Lo Cascio e Pino La Greca e perché NO mi piacerebbe discuterne anche con Te caro Michele.

Nel frattempo seguo il Centro Unesco di Torino e andrò a fare delle ricerche nella loro biblioteca. E’ un modo per pensare al futuro, almeno quello che immagino per tutti noi eoliani.

Ps: se qualcuno ha notizie sull’Ente Parco batta un colpo !!!!!!!!!