Sicilia: Su manager sanità M5S chiede indagini Anticorruzione

Palermo (gds.it)- Il caso manager della sanità senza titoli varca lo Stretto: il M5S ha presentato una interrogazione alla Camera (prima firmataria Giulia Di Vita) e ha scritto anche all’Autorità nazionale anticorruzione per chiedere indagini più accurate. I deputati Cinquestelle chiedono ai ministri della Salute e della Semplificazione e Pubblica amministrazione se siano al corrente di ciò che accade in Sicilia, e se non intendano “assumere iniziative normative volte a definire meglio i requisiti, le modalità di conferimento e i controlli relativamente agli incarichi dirigenziali presso le strutture del servizio sanitario nazionale”.

“La vicenda nomine sembra essere tutt’altro che chiusa – afferma Giulia Di Vita – ci sono altri casi sospetti, come le notizie di cronaca di questi giorni sembrano confermare. E’ doveroso, pertanto, che i ministri interrogati si attivino per accertare che in tutti i casi si siano applicate le normative vigenti”.

“Se questa è la fotografia della situazione delle nomine – conclude Di Vita – poi non deve stupire che i nuovi piani anticorruzione. messi in atto recentemente almeno sulla carta, non diano i risultati sperati…il pesce puzza sempre dalla testa”

Anche il capogruppo all’Ars, Giorgio Ciaccio, interviene sulla querelle tra il governo e commissione sanità. “E’ ipocrita dire che non ci siano ombre sulle nomine dei manager in sanità. Vediamo movimenti strani, sui quali stiamo cercando di capire di più: personale della segreteria tecnica dell’assessorato che fa velocemente carriera, gente senza requisiti, posti dati ad interim per costruire curriculum, direttori che hanno mire a posti nazionali ecc. Non vorremmo che tutto fosse frutto di scambi e promesse per accontentare tutti. Gli inutili attacchi e prese di posizione alla commissione sanità non fanno altro che alimentare i numerosissimi dubbi”.

Bozza automatica 101
Annuncio creato il 5 Marzo 2021 18:01
"Lipari Differenzia" : parte il nuovo calendario di conferimento rifiuti ed il nuovo metodo di raccolta Porta a Porta 7