Si può diventare mamme con la sclerosi multipla : riconoscimento al Papardo

il dott. Mario Paino, direttore generale del Papardo di Messina
il dott. Mario Paino, direttore generale del Papardo di Messina

E’ stato assegnato all’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina il riconoscimento come centro
clinico che offre servizi multidisciplinari dedicati ai vari momenti di vita delle donne con sclerosi
multipla, in particolare della gravidanza. Oltre 79.000 italiane soffrono di sclerosi multipla, una malattia che colpisce le donne due volte in più degli uomini ed è diagnosticata soprattutto in età fertile
Sono 77 i centri in tutta Italia segnalati nell’ambito di “Una cicogna per la sclerosi multipla”, il progetto promosso da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, con il patrocinio di AlSM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla e SIN, Società Italiana di Neurologia, e il contributo incondizionato di Teva, volto a migliorare l’accessibilità ai servizi erogati dai centri clinici sclerosi multipla e sostenere le donne colpite dalla malattia alla ricerca di una gravidanza.

Questi centri adottano un approccio multidisciplinare nel trattamento delle pazienti che vorrebbero
diventare mamme, proponendo percorsi clinici dedicati e counselling preconcezionale.
“L’evento promosso e sostenuto da Onda ‘Una cicogna per la sclerosi multipla’ vuole aprire il
sipario su questo tema che è divenuto centrale nell’azione quotidiana dei neurologi Italiani
impegnati nei propri centri a trattare pazienti affetti da sclerosi multipla”. “Nel corso degli ultimi
anni, i neurologi hanno organizzato percorsi virtuosi di stretta collaborazione con ginecologi,
anestesisti, neonatologi e psicologi con l’obiettivo di accompagnare la donna con desiderio di
maternità in tutte le fasi dal pre-concepimento all’allattamento e talora fino al primo anno di vita
dei bambini nati. Quale coordinatore del Gruppo di Studio Sclerosi Multipla della Società Italiana di
Neurologia non posso che plaudire e sostenere queste iniziative dal forte valore sociale ed etico,
terapeutico ed educativo. Sclerosi multipla: mamme si può”.

Il progetto ‘Una cicogna per la sclerosi multipla’ vuole lanciare alcuni importanti messaggi: si può
diventare mamme con la sclerosi multipla; la sclerosi multipla non è trasmissibile ai propri figli; le
terapie modificanti il decorso della malattia non rappresentano un ostacolo assoluto al progetto di
gravidanza; si può allattare dopo il parto e non vi sono aumentati rischi di anomalie congenite nei
prodotti del concepimento.
Messina 29 Marzo 2019