Sanità: Razza convoca il tavolo tecnico, l’Amministrazione si riserva eventuali azioni

Frattanto, per sabato alle 15,00, organizzata da Daniele Corrieri, in piazza Mazzini, un’altra manifestazione di protesta alla luce dei magri riscontri ad oltre un mese dall’incontro con l’Assessore regionale

(Comunicato) Si rende noto che l’Assessore alla Salute della Regione Siciliana Ruggero Razza ha convocato per giorno 21 ottobre p.v. una riunione del Tavolo Tecnico Permanente per le Problematiche Sanitarie delle Isole Minori, alla presenza dei Sindaci, dei Direttori Generali delle AA.SS.PP. e dei Direttori dei Distretti Sanitari.

Sarà l’occasione per questa Amministrazione di valutare gli esiti e soprattutto l’efficacia delle azioni intraprese dalla Azienda Sanitaria di Messina e dall’Assessorato Regionale e di esigere gli adempimenti a soddisfazione degli impegni assunti durante la visita istituzionale a Lipari dello scorso mese, soprattutto in termini di reclutamento di personale medico, infermieristico e ausiliario e di definizione e approvazione della nuova pianta organica che sia adeguata alle effettive esigenze del territorio, solamente in seguito alla quale potranno essere indette le indispensabili procedure concorsuali per il reperimento delle figure professionali necessarie in misura stabile e definitiva.

Proprio per questo, nei giorni scorsi, il Sindaco e l’Assessore Tiziana De Luca hanno voluto confrontarsi con il Presidente del Consiglio Comunale e la Commissione Consiliare Sanità e con i rappresentanti dei Comitati cittadini con cui hanno condiviso la propria posizione anche in riferimento ai contenuti della nota inviata lo scorso 10 settembre all’Assessorato Regionale e all’Asp Messina (che si allega).

Anche sull’esito del tavolo tecnico e sulle conseguenti determinazioni e azioni, che non possono che essere successive a tale incontro, l’Amministrazione informerà puntualmente la cittadinanza.

L’Amministrazione Comunale

La nota dell’Amministrazione

Intanto Daniele Corrieri che, come si ricorderà, era stato tra i promotori della protesta per l’ospedale di fine agosto e dell’occupazione del pontile aliscafi, attraverso il gruppo Controcorrente Eoliana, sta organizzando, da solo e con il sostegno di alcuni giovani, una manifestazione per sabato, alle 15,00, in piazza Mazzini. Ad un mese – ha dichiarato- dalla stretta di mano con l’assessore Razza, e dopo i vari comunicati, comprese le iniziative dell’Asp 5, abbiamo questo risultato: Spreco di danaro pubblico, si pagano sei medici del Papardo per cifre mensili che si aggirano tra i 13 e i 16 mila euro e non contenti restiamo scoperti con i cardiologi dopo le 20. Ci avevano promesso addirittura un elicottero h 24 e non sono riusciti a mandare una seconda ambulanza. Spariti altri medici dal Pronto soccorso. Volevano venire infermieri e medici a lavorare (altro che non vogliono venire a Lipari) ma col sistema medici Papardo, in breve “veniamo quando siamo fuori servizio e ci pagate profumatamente“.

Da qui, la protesta di sabato alle 15, che potrebbe anche avererisvolti clamorosi, per mantenere viva l’attenzione sull’ospedale di Lipari.