Sanità: fine della farsa…e ne cominciano altre

Sommessamente

Ora che l’Ars ha approvato la finanziaria tutto è più chiaro.

Sanità: taglio di 127 milioni, altro che potenziamento dell’ospedale di Lipari e Punto nascita, salvo per quanto già previsto dall’atto aziendale. I componenti della VI Commissione servizi sanitari il prossimo 15 marzo cosa verranno a raccontare agli eoliani ? Si faranno un giro all’ospedale , si renderanno conto delle carenze e diranno ” purtroppo non ci sono fondi”. Grazie , evitate pure la trasferta, a spese dei contribuenti, e statevi a Palermo. Ma non era stato il ministro Lorenzin a indicare che dovevano essere le regioni a farsi carico del miglioramento dei servizi sanitari ? Si è visto ! Con buona pace di chi ha preteso negli ultimi mesi ( come indicato peraltro dal Cga) che la Regione presentasse progetti specifici come per il Punto nascita di Lipari.eolian-shuttle260

Rifiuti, arriva l’ecotassa: cioè,  stangate per i Comuni che non raggiungono il 65 per cento di differenziata. Quanti sono i comuni che in Sicilia sono in grado di raggiungere questa percentuale ? E, soprattutto, i megainceneritori previsti cosa c’entrano con il potenziamento della differenziata? C’è qualcosa che ci sfugge. Per il riciclo dell’umido e per limitare, specie nelle isole minori, le milionarie crociere alle bucce di banana, cosa è stato previsto ? Il Comune di Lipari dovrebbe realizzare solo in prospettiva delle strutture, con i fondi rimodulati dei Patti territoriali. Frattanto, “arrangiatevi ! ” dicono dalla Regione ai comuni, con tanto di quei  carrozzoni doppioni voluti a carico, per la gestione del settore.

massaggio 1Dulcis in fundo, trasporti marittimi. Via libera all’incremento del fondo per le gare del trasporto marittimo per 7 milioni di euro e alla possibilità di aggiudicarle non solo con il massimo ribasso ma anche con l’offerta economicamente vantaggiosa. Tutto questo però per un anno, quando con le nuove gare si dovranno affidare i servizi per cinque. Come faranno i vettori a programmare gli investimenti ?  Si potranno utilizzare mezzi alternativi ai traghetti e agli aliscafi ma solo se “più economici”? Questo è un film che ancora dobbiamo vedere anche perchè vari registi hanno fallito negli anni passati provando a far recitare idrovolanti ed elicotteri da 18 posti. Chapeau, andiamo sempre meglio !

   paino giovanni