Saltalamacchia e la sua ex villetta: spera ancora

Riceviamo da Silvano Saltalamacchia e pubblichiamo:

Gentilissimo direttore Paino,

Silvano Saltalamacchia e a destra, in alto la sua ex villetta abusiva
Silvano Saltalamacchia e a destra, in alto la sua ex villetta abusiva

le invio in allegato la relativa sentenza storica emessa dal TAR di CATANIA, finalizzata alla acquisizione al Patrimonio indisponibile del Comune di Lipari.

Finalmente dopo 30 anni di discussioni sulla la mia ex villetta di via Balestrieri di Lipari, Comune ed amministratori attuali, possano entrate nell’ottica di potermi concedere in affitto, in comodato o come custode..( come dice la legge), la relativa abitazione di via Balestrieri , essendo io il vero proprietario legittimo.

ADESSO DOBBIAMO SPERARE CHE IL COMUNE E L’AMMINISTRAZIONE GIORGIANNI RIESCANO AD ACQUISIRE QUESTO BENE NEL PIU BREVE TEMPO POSSIBILE, facendo in modo di non fare scadere eventuali termini…

Gia lei gentile Direttore, negli anni passati si era prodigato facendomi interviste in diretta e pubblicando sul suo notiziario la indescrivibile vicenda…unica in Italia. Pertanto mi affido a lei e al suo buon senso affinche possa pubblicare sul suo notiziario questa notizia storica .

Sentenza Tar Sicilia

( Il Tar , come si può leggere nella sentenza ( link sopra) ha giudicato inammissibili i ricorsi presentati da Salvatore Scaffidi contro il riesame della domanda di sanatoria edilizia , contro l’ordinanza di sgombero del fabbricato e contro la nota che preannunciava l’immissione in possesso dell’immobile da parte del Comune di Lipari. Quell’immobile, precisiamo, è del Comune di Lipari e per non essere abbattuto dovrà essere dichiarata da parte del Consiglio comunale la sua pubblica utilità in zona cimiteriale e stabilirne gli usi. L’elenco, al Comune, di questi beni è già lungo e il civico consesso non è ancora riuscito ad esprimersi. Auguriamo, tuttavia, al sig. Saltalamacchia, che sulla vicenda non ha mai mollato, di veder soddisfatti i suoi desideri. P.P.)