Raffaele Brullo, ecco chi è il nuovo cittadino onorario di Lipari

Riceviamo da Livio Casali e pubblichiamo un profilo del dott. Raffaele Brullo da lunedi’ prossimo cittadino onorario del Comune di Lipari

Raffaele Brullo, siciliano di origine, trascorre parte dell’infanzia, dal 1949 al 1954, nell’isola di Lipari, dove il padre Giovanni, maresciallo dei carabinieri, presta servizio alla locale Stazione. Questo breve periodo gli basta per amare questa bella isola, che gli forgerà l’animo e il carattere.

Pur viaggiando e vivendo in altri Continenti, Lipari rimane la meta preferita.

Raggiunta la maggiore età, ha iniziato a prestare servizio nell’arma dei Carabinieri. Sei anni alle dipendenze dell’Arma, uno dei quali trascorso negli Stati Uniti d’America, a Sant’Antonio nel Texas, in rappresentanza dello Stato Italiano e dell’Arma dei Carabinieri, all’EXPO 1968.

Le spiccate doti imprenditoriali e l’amore verso il mare, lo hanno portato, nel 1970, ad intraprendere, fra mille difficoltà, la propria attività nel mondo petrolifero, allora monopolio di importanti società. La strada si presentò subito irta ed in salita ma, le doti manageriali del giovane imprenditore, ebbero il sopravvento tanto da condurlo a lanciare i propri interessi nel mondo dello shipping. Nel 1994 fondò la compagnia di navigazione “Gruppo Mednav – Augusta Due” dimostrando, in brevissimo tempo, indubbie qualità manageriali ed imprenditoriali nel settore marittimo. Passo dopo passo, progetto su progetto, varo dopo varo, è riuscito a raggiungere grandi obiettivi, coniugando sempre il proprio amore verso le navi, il mare e la natura non tralasciando il fascino delle isole Eolie che da sempre alberga nell’animo e nella memoria. Un amore sviscerato che lo ha portato a chiamare le proprie navi con i nomi delle sette perle del Tirreno. Col tempo la flotta ha ampiamente superato il numero delle isole Eolie per cui è stato giocoforza sceglierne altri. Ma non si è tradito e lo ha fatto utilizzando nomi collegati geograficamente all’ arcipelago da lui così tanto amato.

Il successo però, non si raggiunge mai da soli. Infatti dietro a un grande imprenditore, a volte con il mare impetuoso, ma con la prora rivolta sempre verso il largo ed il vento costantemente in poppa, c’è sempre una grande compagna. Unione solida e forte, “speciale” perché coniuga affetti e condivisione di idee e progetti. Il matrimonio è stato coronato dalla nascita di due figli: Giovanni, capitano dei Carabinieri, e Gabriele, braccio destro della società armatoriale; i quali, come i genitori, non perdono occasione per tornare a Lipari, in quanto nei loro cuori, di certo, c’è un ampio spazio riservato alle isole Eolie.

Livio Casali