PPI pediatrico : visite in una coltre di fumo, la protesta della dott.ssa Sparacino

Nota della dott.ssa Mimma Sparacino alla dott.ssa Irene Spadaro Urp Asp 5; al direttore generale dott. Bernardo Alagna; al Direttore del territorio dott. Quaranta e p.c  al Direttore Struttura Complessa dott.  Crosca al Sindaco di Lipari, dott. Riccardo Gullo.

La dott.ssa Mimma Sparacino

Le sempre nuove emergenze, la carenza di personale medico, il difficile approvvigionamento dei farmaci, obbligano gli operatori sanitari, ognuno per le proprie competenze, a sopperire alle infinite carenze di un sistema sanitario che fa acqua da tutte le parti.

il codice deontologico che comprende una serie di norme di condotta ” extragiudiziali” si esprime anzitutto nel rispetto della dignità umana. Ogni azione,  omissione, inosservanza, in barba prima ancora che al codice, alla dignità, è punibile con sanzioni disciplinari adeguate alla gravità dei fatti.

Cos’è Vi  chiedo, più “inadeguato” di un pediatra (…) che visita i nostri pazienti più piccoli in una coltre di fumo nel PPI dell’Ospedale Civile di Lipari?

Provate Voi a far tornare di moda i neuroni in questo 2023?

                                                                      Cordialità

                                                                 Dott. Domenica Sparacino