PD, Merlino a Utano: Caccetta non è nostro consigliere, metodo protesta sbagliato

Lettera del segretario del PD Lipari, Saverio Merlino in risposta alla nota di Cludio Utano del PD Stromboli

Caro Claudio Utano e amici di Stromboli,

il segretario del Pd di Lipari Saverio Merlino
il segretario del Pd di Lipari Saverio Merlino

il PD è un Partito dove si discute e si prendono insieme le decisioni, questo può anche non piacere a qualcuno ma è la regola, il metodo. Qualche volta la discussione si prolunga nel tempo e le decisioni slittano. Pazienza! … è appunto la regola, il metodo.

 Noi siamo felici che tanti amici di Stromboli si ritrovino nel PD e contiamo molto che questa realtà cresca seppure auspicando di rispettare sempre gli Statuti per quanto riguarda la nascita dei circoli e il tesseramento.

Comunque non ne abbiamo mai fatto una questione formale e più volte ci siamo sentiti e ci siamo incontrati.

Abbiamo parlato della situazione nel nostro Comune, discusso sull’opportunità di fare dei passi “politici” come l’adesione della consigliera comunale dott.ssa Caccetta al gruppo PD, d’accordo sulla necessità di rafforzare il Partito anche in Consiglio Comunale, cosa che purtroppo non è mai avvenuta.

Al contrario, oggi ci troviamo di fronte ad una decisione già presa, senza nemmeno avvertirci e consultarci (le dimissioni della dott.ssa Caccetta dalla carica di consigliere comunale, peraltro eletta in una lista diversa da quella del PD) e in più la richiesta alla Segreteria Comunale del PD di prendere le distanze dall’Amministrazione, come se tutto il PD eoliano si dovesse identificare nelle decisioni di una persona non in quota tra i propri rappresentanti consiliari.

Essere messi di fronte al fatto compiuto con un’ingiunzione non è corretto, non fa parte del nostro metodo. Non è il metodo di questo PD.

La vostra protesta circa l’invasione dei barconi nell’isola di Stromboli, di là dalla forma, aveva indiscutibili punti di forza, che ovviamente andavano approfonditi, ma gli ultimi passi compiuti li hanno improvvisamente vanificati, mettendo il Partito in grande imbarazzo.

È urgente, quindi, che si torni a confrontarsi, a chiarire e ripristinare il metodo, e che si prendano delle decisioni in modo unitario.

È altrettanto urgente che finalmente si disciplini la situazione e si applichi lo Statuto del nostro Partito. Comunque è una Segreteria Comunale che decide sui problemi politici, sociali e amministrativi del Comune di Lipari.

Crediamo, come siamo certi anche voi, che una serie di polemiche delle parti, talvolta strumentali e preconcette, non possa né debba disattivare una collaborazione già sancita.

 Con l’amicizia di sempre che è tanto più forte e più vera quanto più è franca e sincera.

Lipari, 12 settembre 2015

 

Saverio Merlino