Parcheggio multipiano: sarà la volta buona per l’affidamento ?

l'articolo sulla Gazzetta del Sud di oggi
l’articolo sulla Gazzetta del Sud di oggi

Lipari- Parcheggio multipiano: l’Amministrazione comunale ci riprova per rendere produttiva, a quasi vent’anni dalla sua costruzione, per le casse dell’ente una struttura che, con un piano della viabilità, potrebbe risolvere i problemi dei posti auto nel centro dell’isola. Dopo che la prima gara è andata deserta, ora che il previsionale 2014 è stato approvato, è stato pubblicato l’avviso per la manifestazione d’interesse per selezionare i soggetti da invitare alla procedura negoziata ai fini dell’affidamento quinquennale.

Il canone di concessione annuo è sceso da quasi 100 mila euro annui a 76.018,00; tra i requisiti richiesti vi è il fatturato globale di impresa , nel triennio 2012 -2013-2014 non inferiore a € 750.000,00. Il canone dovuto all’ente sarà, comunque, ridotto del 25% fino a quando non verrà affidato anche il piano superiore scoperto che deve essere sottopostoa lavori di manutenzione da parte del Comune di Lipari. La procedura verrà aggiudicata al concorrente che offrirà il canone di concessione più alto rispetto al prezzo posto a base di gara. Frattanto il parcheggio multipiano è chiuso. Cessato a fine marzo l’affidamento temporaneo alla Società Consortile Parcheggi, i mezzi che si trovano ancora all’interno potranno uscire dalla struttura contattando la stessa società.

Con la quale, va ricordato, il Comune ha un contenzioso. La società , com’è noto, chiede un risarcimento di 450 mila euro per il deposito durante gli anni della sindacatura Bruno, di veicoli abbandonati sul territorio o sequestrati ( operazione Cannizzaro). Ma per l’ente dopo il lavoro compiuto dall’ufficio patrimonio il potenziale debito ammonterebbe a 206 mila euro. Sulla procedura negoziata il sindaco Marco Giorgianni ha voluto mettere delle cose in chiaro : “ La gara- ha dichiarato- non la fa l’amministrazione, ma l’ufficio preposto sotto la sua responsabilità e secondo dei requisiti di legge”. Una puntualizzazione ovvia ma quanto mai necessaria. Il primo cittadino ha anche annunciato che se anche questo tentativo andrà a vuoto , la questione tornerà nuovamente in Consiglio comunale per valutare se ci saranno altri modi per la gestione compresa quella in house o libera. Intanto si prova a voltare pagina. Chissà se un giorno il parcheggio multipiano dovese diventare anche produttivo.