Megaparcheggio e debiti che… non scappano

peter

di Daniele Corrieri

Ho dato una sbirciatina alla delibera di giunta per il bando del Megaparcheggio di Lipari e devo dire che ne ho trovato (mio parere personale) sorprendente la stesura.

Il bando verrebbe fatto con evidenza pubblica ma si guarderebbe maggiormente , cioè per il 70%,  alle caratteristiche dell’azienda e solo per il  30% all’offerta a rialzo.

C’è anche da dire che questo l’ indirizzo dell’ evidenza pubblica è stato dato in Consiglio comunale; ma in quella sede poteva essere prevista la trattativa privata affidando il megaparcheggio con i codici di contratto. Quindi oltre al danno in Consiglio, la beffa in Giunta ???

Tuttavia mi chiedo: Ma serve una capacità gestionale da base Nasa per gestire un parcheggio? Oppure serve la garanzia dei pagamenti e la solidità di una azienda? La domanda la giro ai tre firmatari della delibera: assessore Gaetano Orto, sindaco Marco Giorgianni, sssessore  Tiziana De Luca.

Non ho capito se si gioca a perdere o a vincere. Ma forse non ho capito nulla e qualcuno , se vorrà, mi spiegherà perché conta più l’azienda che i soldi che il Comune dovrebbe incassare, con relative garanzie.

Chiudo con una piccola notizia : Ma nei debiti fuori bilancio degli ultimi due consigli comunali “saltati” per caso vi erano anche quelli del “Quadaro di San Giuseppe” ??? Ehmm… per essere chiari, quelli delle spese sotto indagine ?