” Manifestazioni ” di indifferenza eoliana

di Daniele Corrieri

petSapete che l’Assessore al Turismo ha a disposizione per la stagione estiva la bellezza di € 2.900 (duemilanovecentoeuro). Praticamente i soldi “pa calia”. Capisco che siamo pieni di problemi, che c’è chi ci sguazza ad arte, che soldi non ne girano, che non ci sono più le quattro stagioni, ma che una località turistica come la nostra non possa avere la possibilità di preparare o studiare un’iniziativa “ fuori dal comune” è del tutto… fuori da ogni logica. In compenso abbiamo 30 mila € perla Festa del Patrono.

Mi vien da domandare ai grandi esperti che abbiamo nell’isola, in primis a chi intende vivere di turismo che dalla programmazione e dagli investimenti per fare sistema se la fa alla larga, come si pensa di fare turismo se non facciamo il minimo sindacale per suscitare un pò di attrazione ? Forse è bene fare un copia incolla di quanto fanno i nostri vicini di Salina? E neanche, perché almeno li sfruttano il mare grazie ad un porto turistico. Io al posto di Starvaggi, rassegnerei le dimissioni onde evitare che domani qualcuno possa ricordargli i risultati di questa sua esperienza.

Nel frattempo a Marina Corta le attività commerciali creano intrattenimento con quello che c’è e ovviamente i “detrattori” di tutto e per tutto hanno sempre da ridire, criticare, mormorare. Ma questi signori hanno qualcosa da proporre e magari cacciare qualche euro per qualcosa di più sofisticato ? O sono solo bravi a blaterare? Perché, se ritengono di poter fare di meglio, non organizzano un cartellone di manifestazioni settimanali, in piazza, per tutti ? Non è che ci sono solo i giovani e la discoteca da portare giù. Penso ad esempio al teatro sotto le stelle e ad altre forme di intrattenimento che possano valorizzare il lavoro delle associazioni presenti sul territorio. Ma, e ripropongo un’idea del direttore, il Centro studi non può organizzare in piazza i pomeriggi culturali di luglio a beneficio di tutti ? Ricordo , ad esempio, che l’anno scorso l’assessore De Luca organizzò il premio Caterina Conti. Mi auguro che questa manifestazione venga ripresentata. Ma, comunque, è proprio vero: la società rispecchia la politica locale; se qualcuno vuole fare l’altro lo critica e/o tenta di fermarlo.

Conclusioni: siamo arretrati di 20 anni… come la nostra provincia ! Sveglia…anzi buonanotte !