La Cava : ” Pudm deve rappresentare occasione di sviluppo per tutti “

art.1Le parole inequivocabili del presidente della Federalberghi rappresentano ancora una volta l’insuccesso di una amministrazione che anche sul tema delicatissimo dello sviluppo turistico del nostro territorio,è riuscita a sostituire 4 assessori in 4 anni non garantendo quella continuità nelle interlocuzioni necessaria a definire una seria e concreta programmazione.

4 assessori in 4 anni rappresentano la mediocrità politica di chi cerca accordi paralleli e trasversali per future alleanze mettendosi dentro soggetti che alle scorse elezioni hanno palesemente contrastato il programma elettorale di questo sindaco.

Noi,come il presidente Del Bono,continuiamo ad essere convinti che determinate deleghe debbano essere assegnate a soggetti di comprovata esperienza che abbiano a cuore lo sviluppo turistico del territorio eoliano e che siano incontaminati dalle logiche e dai “metodi” della politica locale che spesso, come in questo caso, rappresentano l’insuccesso di una amministrazione.

Ed è proprio la mediocrità politica di chi ci amministra che ha “costretto” il presidente del Consiglio a calendarizzare, con una strana urgenza, la delibera relativa al PUDM in assenza di una reale concertazione tra l’assessore, la popolazione e le associazioni di categoria e,sopratutto, in assenza dei requisiti richiesti nella finanziaria 2016.

Ricordiamo a tutti che il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo è uno strumento molto importante per la valorizzazione e lo sviluppo del nostro territorio per i prossimi 5 anni e non può e non deve essere liquidato con una semplice delibera consiliare o peggio ancora con una delibera di giunta.

Ci sono soggetti interessati, che hanno da tempo avviato progetti o attività sul demanio a cui probabilmente sono state date informazioni non corrette e che lamentano l’esclusione dallo strumento di pianificazione.

Pertanto ritenendo che il Pudm non può essere considerato lo strumento degli eletti ma deve rappresentare una occasione di sviluppo per tutti, per questa ragione chiediamo al sindaco che la discussione si faccia pubblicamente e ad ampio raggio, dopo una illustrazione dello stesso piano che ne faccia capire gli aspetti salienti anche ai profani, con il coinvolgimento di tutte le organizzazioni interessate, affinché lo stesso PUDM adottato sia veramente quello che vuole il Popolo Eoliano .

Art.1

Il presidente

Alessandro La Cava

Il segretario

Alessandra Falanga