Il sindaco Giorgianni : 50 positivi e 100 in quarantena, occorre buon senso

Cinquanta positivi e 100 in quarantena. Questi i numeri sul Covid annunciati dal sindaco di Lipari Marco Giorgianni nell’ultima diretta fb. “Il numero rispetto ai tamponi processati – ha detto il primo cittadino- non è eccessivo ma secondo me sono troppi e bisognerà continuare con i cmportamenti più utili e con le restrizioni necessarie”. Il fatto che i positivi siano a Lipari conferma la giustezza del provvedimento di vietare gli spostamenti nelle isole minori per tutelare gli abitanti che non potrebbero essere assistiti adeguatamente.

Ed ancora, “i medici dell’Usca stanno facendo un gran lavoro tra tamponi, e visite domiciliari. Qualcuno sta aspettando da qualche giorno in più ma la priorità è andare a fare i tamponi alle persone sintomatiche e non asintomatiche. In ogni caso gli asintomatici al 14° giorno di quarantena potranno uscire tampone o non tampone”.

Ci sono problemi con la spazzatura in particolare con le persone positive perchè la raccolta non può essere esercitata dal Comune ma dall’autorità sanitaria. E’ stata sollecitata ma se ci saranno ulteriori ritardi il comune potrebbe sostituirsi e fare il servizio.

Controlli delle forze dell’ordine ma “se non c’è buon senso, se non si comprende che non si può abbandonare una abitazione quando si è in quarantena perchè significa mettere in pericolo i vostri cari, e tutti, non basterebbe un battaglione”.

Rinnovata l’ordinanza di proroga della chiusura di tutte le scuole, sospeso il collegamento con Napoli.

Annunciata per lunedì pomeriggio una importantissima videoconferenza con il Ministeri della Sanità, dell’Ambiente e la Regione, per l’idrico e per la chiusura del bilancio. La prossima diretta sarà martedì . Nel frattempo si avranno i risultati dei tamponi fatti fino a ieri pomeriggio.