Iacolino : la Lipari di un tempo e la rimozione delle gibbie

di Gianni Iacolino

il dott. Gianni Iacolino

A vedere le immagini di una Lipari di qualche decennio fa, una certa nostalgia non può essere repressa per chi può vantare capelli brizzolati di grigio . Si tratta , infatti, di rivedere ambienti di un tempo che fu , non così lontano, ma certamente del tutto sconosciuto e neanche immaginabile dagli over 50. Tutto oggi è rapido, veloce; i ricordi non hanno il tempo di sedimentare, tutto incalza e la memoria di quello che fu e di come abbiamo vissuto svanisce e  si perde irrimediabilmente nei meandri dell’oblio.

Cercando fra i tanti lavori di mio padre,  ho voluto riprendere qualche pagina riguardante tempi più recenti e , fra i tanti scritti, ho pensato di fare conoscere ai lettori dei nostri notiziari , un articolo del Gennaio 1978, pubblicato sul periodico ” L’ARCIPELAGO “, edito da Aldo Natoli e successivamente in ” GENTE DELLE EOLIE” , un raccolta dei testi scritti di Giuseppe Iacolino sempre a cura dello stesso editore.  

Non dimenticherò mai il disappunto e la rabbia che l’autore provò alla rimozione delle gibbie di cui si parla nell’ articolo  e l’impeto con cui compose una vibrata e brillante poesia in memoria delle stesse. Oggi propongo la prosa, fra qualche giorno la poesia. Buona lettura