I Cantori Popolari tengono vive le tradizioni

IMG-20160104-WA0005

Con la Sacra rappresentazione “…E vinni lu Bambineddu” si sono concluse ieri sera le attività portate avanti dal gruppo folklorico de “I Cantori Popolari delle Isole Eolie” ed attinenti al periodo, delle festività Natalizie.

Nella circostanza la Basilica Romana Minore di “San Cristoforo” a Canneto di Lipari, è stata la degna cornice dell’evento fortemente voluto dal Direttore Artistico del gruppo, Nino Alessandro.

Il significato di questa rappresentazione, risiede nella celebrazione della presenza di Dio.

Con la nascita di Gesù, Dio per i cristiani non è più infatti un Dio distante che si può solo intuire da lontano, ma è un Dio che si rivela ed entra nel mondo per rimanervi fino alla fine dei tempi.

Questo il significativo messaggio trasmesso da “I Cantori Popolari” ai fedeli presenti in chiesa ad ammirare ed applaudire, quanto realizzato.

Un nuovo momento di grande soddisfazione per chi, di propria sponta, ha deciso di non far passare inosservato questo particolare ed importante periodo dell’anno.

IMG-20160104-WA0009

Un anno, quello appena concluso, che è stato caratterizzato per il gruppo eoliano da momenti di elevate, importanti quanto significative soddisfazioni, con apprezzamenti che hanno di gran lunga superato le più rosee aspettative.

Basti citare la partecipazione ad Expo in quel di Milano, ed ancora quella a Mirabilia 2015, alle giornate dedicate ai Comuni Termali, per non dimenticare i punti di forza del gruppo come “La Via Crucis” e le varie rappresentazioni durante il S. Natale.

Ma “I Cantori Popolari delle Isole Eolie” vanno anche menzionati per le diverse attività di volontariato e su tutte, quelle legate a “Telefono Azzurro”.

Ma l’anno appena passato ha visto anche due importanti riconoscimenti assegnati ad altrettante figure cardine dell’Associazione ovvero: la Vice Presidenza Provinciale FITP al presidente del gruppo, Giuseppe Bianchi e l’ambito titolo di “Padre del Folklore” conseguito all’unanimità dal Direttore Artistico, Nino Alessandro.

Premio che lo stesso Alessandro, formalmente, riceverà a Ravenna nei gg. 22 e 23 Gennaio pp. vv.

Questo il frutto di un lavoro capillare, certosino, curato nei minimi particolari e portato avanti con sacrifici, d’ogni tipo e genere, serietà, professionalità e grande spirito ed  abnegazione.

Tutto quanto scaturisce, come sempre sottolineato dal nostro  Nino Alessandro, dal desiderio di realizzare certe manifestazioni,  da un esigenza morale e dalla convinzione che determinati eventi sono ormai divenuti punto di riferimento per l’intera comunità che li aspetta per vivere certe emozioni che, caso contrario, andrebbero perdute.

E sono queste le piccole ma significative soddisfazioni che spingono i componenti dell’Associazione ad andare avanti, pur tra mille difficoltà, al di là del mero riconoscimento economico.

Si crede fortemente in ciò che si fa per il territorio, per la promozione di queste meravigliose isole nel mondo, per cercare di lasciare qualcosa di buono, di positivo ai nostri figli, alle future generazioni, così come negli anni passati i nostri avi hanno fatto per noi.

Non dimentichiamo mai che il vero potere è il servizio.

Bisogna custodire la gente, aver cura di ogni persona, con amore, specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono più fragili e che spesso sono nella periferia del nostro cuore.

Ed è con questi sentimenti che il gruppo “I Cantori Popolari delle isole Eolie” formulano all’intera comunità ed a quanti dall’esterno ci seguono e sostengono, gli Auguri più sinceri e sentiti per un 2016 di Pace, Amore e Solidarietà.

I Cantori Popolari delle Isole Eolie