Grazie Presidente: Mattarella si ricorda dei disagi degli isolani

Dobbiamo avere maggior cura dei nostri territori. Da quelli montani a quelli delle piccole isole, dove nostri concittadini affrontano maggiori disagi“. Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo primo discorso di fine anno agli italiani. Mai un Capo dello Stato aveva avuto la sensibilità di ricordarsi dei disagi degli isolani. Ed ancora: ” L’Italia è vista all’estero come il luogo privilegiato della cultura e dell’arte, e lo è davvero. Questo patrimonio costituisce una nostra ricchezza, anche economica.  Abbiamo il dovere di farlo apprezzare in un ambiente adeguato per bellezza.  L’impegno delle istituzioni, nazionali e locali, deve essere in questo campo sempre maggiore.  Un esempio: si può chiedere ai cittadini di limitare l’uso delle auto private, ma, naturalmente, il trasporto pubblico deve essere efficiente.  E purtroppo non dovunque è così. Il compito di difendere l’ambiente, peraltro, ricade in parte su ciascuno di noi.  Molto della qualità della nostra vita dipende dalla raccolta differenziata dei rifiuti e dal rispetto dei beni comuni.  Non dobbiamo rassegnarci alla società dello spreco e del consumo distruttivo di cibo, di acqua, di energia”. Ricordiamo che l’istituzione della nuova tassa di sbarco , voluta dall’amministrazione comunale di Lipari, è finalizzata oltre che alla tutela delle piccole isole invase dal turismo di massa, al miglioramento dei servizi, a cominciare proprio dalla raccolta differenziata.