Giorgianni : scende il numero dei positivi nonostante tre anche a Panarea, che replica agli esercenti sull’isola pedonale

Scendono a 23 positivi, di cui 4 ricoverate nell’isola di Lipari ma i contagi arrivano anche a Panarea dove sono stati riscontrati tre casi di Coronavirus. Scende anche il numero delle persone in quarantena, una ventina. Questi i numeri dati dal sindaco Marco Giorgianni nella diretta fb del venerdì sera.

” A Panarea – ha ricordato il primo cittadino- sono state condotte le indagini” e, quindi, messi in quarantena i contatti avuti dai positivi. “Qualche giorno fa, abbiamo condotto una indagine epidemiologica sottoponendo tutta la popolazione ad un test rapido”.

” Vorrei ricordare – ha aggiunto il Sindaco- che qualche settimana fa su tutti i giornali si portava l’esempio di qualche provincia che aveva sottoposto la popolazione a tamponi di massa, ma in questo comune questa operazione è stata già fatta tre volte”

Ed ancora, a Stromboli non ci sono casi ma qualcuno è stato in quarantena per avere avuto contatti con positivi. Tra questi è stato tirato in ballo anche un familiare del Sindaco ma chi è stato sottoposto in quarantena è risultato negativo.

Il Sindaco ha annunciato che che tra lunedì e martedì sarà ripreso lo screening nell’arcipelago, ripartendo filicudi e che contestualmente si stanno avendo delle risposte sul potenziamento dei servizio sanitario preposto. ” Avevamo richiesto il raddoppio del personale Usca; nei prossimi giorni sarà attiva una Usca a Salina. Abbiamo fatto presente che si prenda carco di eventuai casi su Filicudi e Alicudi più facile da gestire da Salina, così come abbiamo chiesto che il nostro laboratorio analisi venga potenziato per processare i tamponi direttamente all’ospedale”.

Nella diretta risposte anche ai commercianti . ” Amministrazione poco attenta all’opinione dei commercianti ? Penso che ci voglia una bella faccia a scrivere una cosa del genere. Questa Amministrazione ha operato per far lavorare nel modo migliore in estate le nostre attività seppur per un periodo più limitato. Questa amministrazione – ha continuato Giorgianni- avendo avuto un assegnazione di 400 mila euro , non si è limitata ad esenzioni per questo importo ma per un milione e mezzo, esentando i commercianti non solo per il suolo pubblico ma anche per la Tari. E questo lo ha fatto solo questa Amministrazione destinando i fondi della tassa di sbarco. Dalla Regione, inoltre, ci sarò restituito quanto abbiamo esentato in più. A proposito di scarsa considerazione , sull’isola pedonale, questa amministrazione appena ha visto che il nostro essere in zona arancione prevedeva che nelle attività commerciali si potesse vendere solo per asporto, di propria iniziativa ha sospeso l’isola pedonale. Il giorno in cui oltre alla vendita per asporto, il nuovo decreto ha permesso altro, così come disposto dall’assessore competente gli uffici hanno disposto l’isola pedonale. Proprio per agevolare i nostri commercianti è stata attuata solo per tre ore serali. Ciò, fermo restando che qualsiasi ulteriore modifica è allo studio dell’assessore e degli uffici perché si attendeva il dpcm per rendere compatibili i nostri provvedimenti”.

Per quanto riguarda la scuola, ” argomento più serio- ha dichiarato il sindaco- si stanno realizzando delle cose che potrebbero permetterci la riapertura. Ci sono altri elementi negativi nella valutazione complessiva della situazione: si avvicinano le vacanze ed esporre i bambini al contagio ci costringerebbe a mantenerle chiuse. Contemporaneamente è uscita una circolare da parte dell’Assessorato regionale all’istruzione secondo la quale i sindaci possono confrontare i dati in possesso con l’ufficio sanitario competente. Ieri è stata mandata una richiesta specifica e questa risposta arriverà entro lunedì mattina e quindi sapremo se le scuole continueranno a restare chiuse o meno da quello che scriverà l’autorità sanitaria e sulla quale dovrà prendere una decisione”.

Bozza automatica 101
Annuncio creato il 5 Marzo 2021 18:01