Ginostra : per i rifiuti Legambiente del Tirreno chiede soluzione diversa

ginostra rifiuti 3Legambiente del Tirreno – nucleo di Ginostra dice no all’attuale sito di stoccaggio e trasferenza dei rifiuti di Ginostra e auspica una soluzione diversa e condivisa. “ Una situazione che non è tollerabile neanchè un giorno di più”.

Con l’arrivo della stagione turistica torna alla ribalta prepotentemente l’annosa e mai risolta questione della raccolta e dello stoccaggio in ambito portuale dei rifiuti di Ginostra.

L’attuale sistema adottato crea inquinamento ambientale e deturpa lo splendido scenario naturalistico della minuscola frazione ai piedi dello Stromboli, patrimonio mondiale dell’umanità.

Più volte la scellerata scelta di posizionare i rifiuti del borgo, in attesa di essere trasferiti, in ambito portuale ha portato a veri e propri disastri ambientali; l’ultimo dei quali proprio un anno fa, il 21 Marzo 2018, quando una violenta mareggiata trascinò oltre 100 sacchi in mare.

Legambiente del Tirreno – nucleo di Ginostra dice no all’attuale sito di stoccaggio e trasferenza dei rifiuti di Ginostra che non è tollerabile neanche un giorno di più e auspica che le autorità competenti possano adottare urgentemente una soluzione diversa che rispetti la natura dei luoghi e avviare la raccolta differenziata.
Ginostra, 17/03/2019
LEGAMBIENTE DEL TIRRENO
NUCLEO DI GINOSTRA
Il coordinatore
Gianluca Giuffrè