Ginostra, Marevivo chiede “risultati tangibili”

Ginostra – Nota di Riccardo Lo Schiavo di Marevivo al Sindaco di Lipari e p. c. sig. Vicesindaco Comune di Lipari, Avv. G. Orto; al Presidente Circoscrizione Stromboli, al Consulente per le problematiche di Ginostra , rag. G. Giuffrè

Oggetto: problematiche di Ginostra

Il-porto-del-Pertuso-a-GinoEgregio sig. Sindaco,

in riferimento alla sua nota prot. 6910, del 28 febbraio 2014, afferente l’oggetto, Lei asserisce che lo stato di “abbandono” della frazione di Ginostra da me attenzionato rimane una mia “personale opinione”… eppure al mio “elenco dei sogni…” (peraltro volutamente incompleto…) Lei risponde come di seguito:

1. Chiesa di San Vincenzo: “l’immobile NON è di proprietà comunale”

2. Pista eliportuale: “si POTRA’ provvedere non appena saranno disponibili le somme…”

3. Messa in sicurezza masso…: “si POTRA’ provvedere non appena saranno disponibili le somme…”

4. Scalo di alaggio del “Pertuso”; 7. Ampliamento serbatoio acquedotto; 8. Scalo alternativo di “Lazzaro; 9. Bonifica discarica : “l’Amministrazione è orientata “ a provvedervi nella misura che SARA’ consentita….”

5. Potenziamento centralina fotovoltaica. “ NON ve ne è la possibilità”!!!

10. Servizio rifiuti: “è in redazione un nuovo piano d’ambito”

Dunque, signor Sindaco, Lei stesso conferma che NESSUNO dei problemi sottoposti alla Sua attenzione è stato ad oggi risolto, pur essendoci certamente la piena disponibilità ed intenzione della Sua Amministrazione ad intervenire.

Ritengo poi di non potere essere smentito se ribadisco che Lei, in maniera certo lecita, legittima e forse anche opportuna, ha incontrato in loco la comunità di Ginostra una sola volta, il che, sempre a mio personale avviso, ha accresciuto in molti un certo “senso di abbandono”…

Lei sig. Sindaco, con un’azione politica mirata, strategica, efficace, instancabile, quanto schiva e lontana dai riflettori, ha perseguito per la comunità eoliana importanti e concreti traguardi; a due anni dalla Sua elezione, sostenuta personalmente con grande entusiasmo e speranza, auspico pertanto che anche per Ginostra non si parli più di “impossibilità” o di “non competenza” e soprattutto che, in un immediato futuro, alle buone intenzioni seguano risultati tangibili.

Colgo inoltre l’occasione per ringraziare tutti i Consiglieri della Circoscrizione di Stromboli, il Presidente Carlo Lanza, e la consigliera comunale Antonella Caccetta, che hanno sempre, puntualmente ed unanimemente dato riscontro, facendole proprie, alle istanze dei Ginostresi.

Mi rivolgo infine al Consulente per le problematiche di Ginostra, rag. G. Giuffrè , affinché riprenda da subito una rinnovata azione di stimolo nei confronti dell’Amministrazione comunale, ad iniziare dal voler sollecitare la realizzazione dei lavori di messa in sicurezza del pontile di protezione civile ( interventi per i quali, già da tempo remoto, è stato ottenuto un finanziamento, di cui bene conosciamo la storia e i retroscena!) con particolare riferimento alla collocazione di tetrapodi a difesa della testata lato nord-ovest e alla manutenzione del respingente per l’attracco degli aliscafi.

Con Osservanza.

Prof. Riccardo Lo Schiavo

Delegato Marevivo