Genovese si autosospende dal Pd

gazzettadelsud.it

L’on. Genovese ha commentato la richiesta d’arresto con poche righe affidate ad un comunicato:

“Per comprensibili ragioni di opportunità, non disgiunte dall’alto senso di rispetto che ho sempre avuto nei confronti delle istituzioni, dei colleghi di partito e dei parlamentari tutti, anticipo la mia determinazione ad autosospendermi dal Partito democratico e dal gruppo parlamentare. Al momento, ho avuto contezza solo dei capi di imputazione e non delle ragioni a sostegno delle accuse mossemi. Sin da ora, tuttavia, anche alla luce di quanto emerso, in questi ultimi mesi, nel corso di un parallelo procedimento penale ed avuto riguardo alla documentazione già depositata agli inquirenti dai miei difensori, sono certo di poter fornire ogni chiarimento utile ad escludere la sussistenza degli addebiti che mi vengono contestati. Ciò farò, con serenità, in ogni sede, non esclusa quella Parlamentare”. Intanto il segretario regionale del PD Fausto Raciti, dopo un incontro con il responsabile del partito a Messina, Basilio Ridolfo, ha detto che comunicherà ufficialmente quello che definisce “un provvedimento automatico” cioè la sospensione di Genovese dal partito. “Sono tutt’altro che un giustizialista ma per questi casi lo statuto del partito democratico è chiaro”, ha detto Raciti