Gal Isole di Sicilia, richiamo del Comune di Santa Marina

COMUNICATO STAMPA

Leggiamo con stupore il comunicato diffuso dall’arch. Roberto Sauerborn, Responsabile di Piano del Gal Isole di Sicilia, che nel presentare al pubblico il lavoro svolto da lui e dal suo staff non dimentica di sottolineare “la moderata soddisfazione a riprova del buon lavoro fatto da questo Ufficio di Piano…” ma non chiarisce, “per dovere d’ufficio e di trasparenza”, che alla data del 7 Novembre 2013, scadenza naturale delle misure 3.1.3 e 3.2.3 ed in proroga della misura 3.1.2, vi era certamente una istanza di finanziamento presentata a sistema: quella imputata sulla misura 3.2.3 dal Comune di Santa Marina Salina tramite il portale Sian in data 5 Novembre.

Tanto si riporta per mettere in chiaro come questa amministrazione, nel rispetto delle previsioni dei bandi che concedevano 90 giorni per presentare istanze complete delle documentazioni necessarie a concorrere all’attribuzione dei finanziamenti previsti, fosse riuscita, non senza difficoltà ed impegno, a rispettare i tempi fissati e di per se già molto lunghi.

Va sottolineato infine come il ricorso continuo e non sempre sufficientemente motivato allo strumento della proroga, possa finire per mettere a rischio l’efficacia e l’esistenza stessa degli attuali strumenti di programmazione territoriale che la Comunità Europea mette a disposizione. Allungare i tempi, infatti, non favorisce la corretta e tempestiva attribuzione delle risorse finanziarie previste e non considera in modo dovuto come i continui richiami mossi sull’argomento dai competenti organismi europei mettano a rischio i finanziamenti di oggi e gli investimenti di domani.

Ufficio Stampa Comune di Santa Marina Salina