Finocchiaro, Lo Cascio e Megna: ancora polemiche ma anche verità

l'opposizione consiliare con Megna, Lo Cascio e Finocchiaro
l’opposizione consiliare con Megna, Lo Cascio e Finocchiaro

Sanità, nota dei consiglieri di minoranza che alla fine non perdono di vista l’obiettivo dell’ospedale di base e del punto nascita a minore complessità

Comunicato

Sulle “verità deformate” ristabilite dal sindaco Giorgianni.

Apprezziamo lo sforzo del sindaco Giorgianni nel ristabilire le “verità deformate”; ci sembra tuttavia che alcune delle conclusioni “false e affrettate” cui eravamo giunti siano tuttora in discussione, almeno stando alle affermazioni rilasciate pubblicamente da uno dei sindaci dei comuni di Salina.

Sfugge peraltro il motivo per il quale i sindaci di questo comuni dovrebbero limitarsi a fornire pareri o integrazioni al documento prodotto dal tavolo tecnico, anziché partecipare direttamente alla stesura dello stesso, privilegio che invece sembra esclusivamente riservato all’amministrazione di Lipari.

Continuiamo a non comprendere nemmeno perché siano previste interlocuzioni separate con associazioni – come l’ANSPI – che avrebbero pieno titolo per partecipare a un tavolo tecnico; oltretutto, se davvero questa dovesse essere coinvolta in una fase successiva per fornire indicazioni di carattere tecnico, in quale modo le stesse verrebbero poi recepite nell’ambito del lavoro prodotto da un tavolo che non prevede altri pareri all’infuori di quelli espressi dall’area medica e dalle parti politiche?

Ben venga invece l’interlocuzione con gli studenti e le associazioni; sorge però un interrogativo in merito al mancato coinvolgimento nel dibattito avviato dal sindaco di quel comitato spontaneo cui spetta il merito di avere sollevato anzitempo la questione del punto nascita e dell’ospedale, e che ha coordinato la raccolta di oltre 4500 firme in appena un mese. Forse perché qualcuno tra i suoi rappresentanti inizialmente ha espresso critiche nei confronti dell’amministrazione, le cui strategie – non nascondiamocelo – apparivano non particolarmente incisive e, soprattutto, rimanevano ignote ai più?

Ovviamente, ci auguriamo di essere incorsi anche questa volta in una conclusione “falsa e affrettata”, che certamente verrà smentita a breve termine dall’operato del capo dell’amministrazione.

Vogliamo infine rammentare che, ad oggi, la strada da percorrere è chiara e univoca, ed è quella espressa dalla volontà unanime del consiglio comunale: dotare Lipari e l’arcipelago di un ospedale di base, la cui struttura e funzionalità sono stabilite dalla legge (Decreto Ministeriale n. 70 del 2/4/2015, punto 9.2.2), e di un punto nascita per parti a minore complessità, come previsto dal piano sanitario regionale 2011/2013, dalla delibera di giunta regionale n. 128 del 29/3/2013, dal decreto dell’assessore regionale alla sanità del 14/1/2015, dal progetto pilota per l’ottimizzazione dell’assistenza sanitaria delle isole minori approvato dalla conferenza Stato-Regioni il 30/7/2015.

Il compito del tavolo tecnico è quello di fornire le indicazioni operative e la stima dei costi necessari per procedere in questa – e soltanto in questa – direzione.

i consiglieri comunali

Giuseppe Finocchiaro, Pietro Lo Cascio e Francesco Megna