Filicudi e Alicudi non collegate, è protesta

Riceviamo da Salvatore Naso e pubblichiamo

filicudiSabato 18 gennaio, la nave della società N.G.I. decide di non raggiungere Alicudi e Filicudi senza nessuna motivazione, con condizioni meteo assolutamente possibili, prova ne è che il comandante Svezia dell’aliscafo Antioco nel pomeriggio decide di partire e porta a termine senza problemi l’intera tratta. È l’Italia degli ultimi, la terra dei senza diritto, vessati continuamente da compagnie di navigazione pubbliche e private che in barba a leggi e regolamenti decidono autonomamente cosa fare. Qual è l’autorità di vigilanza sul loro operato? Chi alza la voce in difesa dei cittadini privati continuamente del diritto di continuità territoriale? Oggi si è verificato un ennesimo episodio  a danno dell’isola di Filicudi: l’aliscafo Antioco della Siremar parte alle 13:20 da Milazzo, prosegue per Lipari e poi raggiunge Salina e Rinella. Filicudi? Non c’è nulla da rispondere, solo visionare il video allegato per vedere se c’erano le condizioni di regolare ormeggio e navigazione. Gli abitanti di Filicudi ed Alicudi si chiedono il perchè ormai da un paio di anni i comandanti non chiamamo più biglietterie e ormeggiatori dei porti di arrivo. Potere della tecnologia…imperano i siti di meteorologia, poco importa se spesso oggi , cosi come ieri non azzeccano le previsioni. E i cittadini di Alicudi e Filicudi subiscono i soliti odiosi episodi di “ordinaria illegalità”.

Ovviamente sui fatti denunciati attendiamo, se lo riterranno opportuno, la replica delle società interessate. (P.P.)